Lorenzo fa mea culpa: "Ho avuto troppa fretta"

Stuzzicato da Suppo sulla scelta di restare in Yamaha ha aperto alla Honda dicendo: "Vediamo in futuro"

Lorenzo fa mea culpa:
Non ha sbagliato praticamente nulla per tutto l'anno, ma oggi è finito ruote all'aria mentre cercava di chiudere la stagione con una vittoria. Jorge Lorenzo ha avuto troppa fretta nel tentare di doppiare James Ellison, mettendo le gomme sul bagnato, e finendo per diventare vittima di un violento highside, che fortunatamente si è risolto senza conseguenze fisiche. Del resto, essendo arrivato a Valencia già da campione, oggi era libero da pressioni ed aveva anche deciso di giocarsi il jolly (però azzeccato) delle gomme slick. "Oggi dobbiamo essere contenti di essere arrivati qui già da campioni del mondo, perchè se ci fossimo dovuti giocare il Mondiale in una gara così oggi non sarei troppo felice. Questa gara però era molto importante per me, perchè volevo chiudere con un bel risultato e quindi ho rischiato le gomme slick. E' andata bene, perchè sono riuscito a mettermi davanti senza prendere troppi rischi, almeno fino a quando non si è avvicinato Pedrosa" ha detto il maiorchino. Jorge tira un po' le orecchie ai doppiati, ma anche a se stesso per la fretta nel cercare il sorpasso: "Il problema è che i doppiati non si facevano da parte e sarebbe stato importante soprattutto nella gara di oggi, perchè c'era solo un binario di circa mezzo metro completamente asciutto. Sapevo che uscendo di traiettoria avrei corso dei rischi, ma non volevo perdere il terreno che avevo guadagnato grazie all'errore di Dani. Forse avrei dovuto avere più pazienza ed aspettare a superare Ellison". Fortunatamente però sta bene, perchè martedì ci sono i test: "La caduta è stata molto spettacolare e molto dura. Ho colpito l'asfalto molto duramente. Potevo anche farmi molto male, ma per fortuna sto bene. Vorrà dire che stasera alla festa di fine stagione ballerò con una gamba sola, ma per martedì conto di essere in forma". E la Yamaha è in evidente svantaggio rispetto alla Honda secondo lui: "Penso che sia la Honda che la Yamaha lavorano tantissimo per avere la moto migliore in pista. All'inizio dell'anno credo che avevamo una 1000 molto superiore rispetto alla moto dell'anno scorso, poi però la Honda ha reagito ed ha speso tutta la sua artiglieria per migliorare la moto e nella parte finale del campionato sull'asciutto era praticamente impossibile battagliare con Dani". Nel finale dell'intervista concessa ai microfoni di Italia 1, Livio Suppo gli ha fatto una domanda spinosa, chiedendogli se alla luce di questo oggi sceglierebbe ancora la Yamaha e bisogna ammettere che la sua risposta è stata piuttosto titubante: "Questa domanda è meglio che me la fai in privato, perchè devo essere corretto e quindi devo dire che sono convito della scelta che ho fatto puntando sulla Yamaha. Vediamo in futuro".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie