Valencia, Day 3: Marquez abbassa ancora il limite

Valencia, Day 3: Marquez abbassa ancora il limite

Assenti le Yamaha ufficiali, dietro di lui stupisce Bradley Smith. Cresce anche la Yamaha "Open"

Con la chiusura dei test collettivi di Valencia è calata l'ultima bandiera a scacchi della stagione 2013 della MotoGp. Un'annata che si è chiusa ancora una volta nel segno del campione del mondo Marc Marquez, che è stato nuovamente il più veloce. L'assenza in pista delle Yamaha ufficiali, che hanno lasciato il tracciato spagnolo con un giorno d'anticipo, non hanno fatto venire meno gli stimoli per "El Cabronsito", che nel pomeriggio di oggi ha realizzato il miglior tempo assoluto della tre giorni in 1'30"287, continuando a portare avanti lo sviluppo della Honda RC213V 2014. Alle sue spalle si è issato un sorprendente Bradley Smith, che ha sfruttato al meglio il pacchetto evoluto che gli è stato affidato dalla Yamaha Tech 3 (lo stesso utilizzato da Cal Crutchlow nella seconda parte del 2013) per realizzare la miglior prestazione di una M1 nell'intera tre giorni (1'30"598). Sotto al muro dell'1'31" ci sono scesi anche Stefan Bradl e Dani Pedrosa, che con le loro Honda però si sono visti rifilare rispettivamente mezzo secondo e sette decimi dal battistrada. Alvaro Bautista invece è rimasto di poco al di sopra di questa soglia, ma almeno è riuscito a portarsi in quinta posizione nel finale dopo essere stato rallentato da una caduta in mattinata. Si chiude positivamente la prima esperienza di Pol Espargaro sulla Yamaha del Team Tech 3: il campione del mondo della Moto2 si è migliorato subito rispetto alle prime due giornate, ma poi non è riuscito a fare lo stesso passo in avanti che ha fatto il compagno di box nel finale di oggi. Settima la prima delle Ducati, che è quella di Andrea Iannone, bravo a scendere fino all'1'31"594, ma merita soprattutto di essere sottolineato l'1'31"644 messo a referto da Aleix Espargaro, che con la Yamaha "Open" è arrivato a girare a poco più di un decimo dalla M1 "Factory" del fratello. La top ten si completa con le due Desmosedici di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow: il britannico ha iniziato la giornata distante dal nuovo compagno di squadra, ma alla fine si è avvicinato a solo un decimo. Comunque le prestazioni di tutte le rosse sono molto simili tra loro, con anche quella di Michele Pirro che si trova 8 millesimi più indietro. Più staccate le due Honda RCV1000R del Team Aspar, che sono rimaste al di sopra della soglia dell'1'32" con Nicky Hayden ed Hiroshi Aoyama: l'americano ha avuto la meglio sul giapponese per circa quattro decimi. Chiude il gruppo la ART-Aprilia di Michael Laverty in 1'33"055. Da segnalare anche il forfait di Scott Redding (Honda "Open") e Yonny Hernandez (Ducati Pramac), che hanno preferito non correre rischi viste le loro condizioni fisiche precarie. MOTOGP, Valencia, 13/11/2013 Terza giornata di test collettivi 1. Marc Marquez - Honda - 1'30"287 2. Bradley Smith - Yamaha - 1'30"598 3. Stefan Bradl - Honda - 1'30"868 4. Dani Pedrosa - Honda - 1'30"992 5. Alvaro Bautista - Honda - 1'31"229 6. Pol Espargaro - Yamaha - 1'31"533 7. Andrea Iannone - Ducati - 1'31"594 8. Aleix Espargaro - Yamaha "Open" - 1'31"644 9. Andrea Dovizioso - Ducati - 1'31"716 10. Cal Crutchlow - Ducati - 1'31"875 11. Michele Pirro - Ducati - 1'31"883 12. Nicky Hayden - Honda "Open" - 1'32"123 13. Hiroshi Aoyama - Honda "Open" - 1'32"530 14. Michael Laverty - ART-Aprilia - 1'33"055

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie