Valencia, day 2: zampata di Stoner, Vale solo 15esimo

Valencia, day 2: zampata di Stoner, Vale solo 15esimo

L'australiano scavalca nel finale le Yamaha, che però per ora sembrano le moto da battere

I tifosi della Ducati e di Valentino Rossi speravano in una zampata della nuova accoppiata tricolore nella seconda giornata di test collettivi della MotoGp a Valencia, invece si sono dovuti accontentare di vedere quella di Casey Stoner. Proprio nei minuti finali di una giornata caratterizzata da un vento fortissimo, il pilota australiano è riuscito a mettere davanti a tutti la sua Honda RC212V, con un 1'32"066 che gli ha permesso di arrivare ad appena 44 millesimi dal riferimento di ieri di Jorge Lorenzo. Casey, dunque, ha tolto oltre sette decimi alla sua prestazione di ieri, mostrando di averci messo veramente poco ad instaurare un ottimo feeling con la sua nuova moto. Feeling che non mancava di certo tra il campione del mondo Lorenzo e la sua Yamaha, secondi a fine giornata. Lo spagnolo ha dominato anche la sessione di oggi, ma poi nel finale si è arreso a Stoner solo perchè nel pomeriggio ha girato meno degli altri, evidentemente perchè già soddisfatto della messa a punto raggiunta dalla sua M1. Stesso discorso che vale anche per Ben Spies, che ha chiuso negli scarichi del nuovo compagno di squadra. Il primo impatto con quella che potrà essere la stagione 2011, dunque, mette la Yamaha ancora ai blocchi di partenza davanti a tutti, ma c'era anche da aspettarselo. In casa Honda però non sono stati a girarsi i pollici, perchè oltre a Stoner, anche Marco Simoncelli e Dani Pedrosa sono andati molto forte oggi, terminando con la quarta e la quinta prestazione. L'italiano però si è reso anche vittima di qualche errore di troppo, finendo anche a terra. E Valentino? Come era già stato ampiamente spiegato ieri dall'ingegner Preziosi in questa due giorni l'obiettivo del Dottore non era impressionare con le prestazione, ma impostare la linea di sviluppo della Desmosedici GP11. Vale quindi ha proseguito nel lavoro che doveva portare alla scelta tra il motore Big Bang e quello Screamer, utilizzando prevalentemente il primo. Inoltre ha modificato più volte il setting, andando alla ricerca di maggior feeling sull'anteriore, che per ora lo sta facendo un pò tribolare. Ma del resto anche nel 2010 è stato quasi sempre l'anteriore a tradire Stoner nelle sue cadute, quindi anche questa era una cosa da mettere in preventivo. A fine giornata comunque VR46 ha chiuso solamente in quindicesima posizione, staccato di poco più di un secondo e sei decimi da Stoner e abbassando di poco più di un decimo la sua prestazione di ieri. Meglio di lui ha fatto però Nicky Hayden, sesto a circa mezzo secondo dalla vetta. Per quanto riguarda gli altri italiani, Andrea Dovizioso è nono, mentre Loris Capirossi è quattordicesimo, giusto davanti a Rossi. Per l'imolese però questa è solo una magra consolazione, visto che forse si aspettava qualcosa in più dal suo ritorno in sella ad una Ducati. MOTO GP, Valencia, 10/11/2010 Seconda giornata di test collettivi 1. Casey Stoner - Honda - 1’32”066 2. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1’32”179 3. Ben Spies - Yamaha - 1’32”322 4. Marco Simoncelli - Honda - 1’32”450 5. Dani Pedrosa - Honda - 1’32”497 6. Nicky Hayden - Ducati - 1’32”583 7. Alvaro Bautista - Suzuki - 1’32”738 8. Randy De Puniet - Ducati - 1’32”836 9. Andrea Dovizioso - Honda - 1’32”912 10. Hector Barbera - Ducati - 1’33”168 11. Hiroshi Aoyama - Honda - 1’33”185 12. Colin Edwards - Yamaha - 1’33”325 13. Cal Crutchlow - Yamaha - 1’33”483 14. Loris Capirossi - Ducati - 1’33”740 15. Valentino Rossi - Ducati - 1’33”761 16. Karel Abraham - Ducati - 1’33”793 17. Toni Elias - Honda - 1’34”800

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento Test di Valencia
Circuito Valencia
Piloti Valentino Rossi , Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie