La nuova gomma hard posteriore non esalta Pedrosa

La nuova gomma hard posteriore non esalta Pedrosa

Secondo il pilota della Honda, comunque soddisfatto dei test, genera un po' troppo chattering

Dani Pedrosa è stato il più veloce in tutte e tre le giornate dei test collettivi che lo hanno visto impegnato a Sepang. Oggi, con il suo 2'00"100, il portacolori della Honda è sceso anche sotto alla pole position ottenuta nel 2012 sul tracciato malese da Jorge Lorenzo, riuscendo anche a distanziare di tre decimi il campione del mondo in carica. Chiaramente, "Camomillo" non può che essere soddisfatto del lavoro svolto: "Possiamo lasciare Sepang con buone sensazioni, perchè abbiamo realizzato degli ottimi tempi nell'arco di tutte e tre le giornate. Abbiamo girato tanto, provando alcune novità di motore e lavorando sul posizionamento dei tre chili in più imposti dalle nuove regole. Chiudiamo questi test al meglio e speriamo di continuare così". Il pilota spagnolo però è riuscito anche a trovare una neo a questa sessione: la sua RC213V non sembra adattarsi troppo alla nuova gomma hard posteriore portata dalla Bridgestone. "Oggi ci siamo concentrati sulle gomme posteriori, in particolare sulla nuova hard portata qui dalla Bridgestone: è simile alla vecchia, garantisce un po' di grip in più, ma genera anche del chattering".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie