Sepang, Day 2: sotto alla pioggia emerge Petrucci

Sepang, Day 2: sotto alla pioggia emerge Petrucci

Anche la seconda giornata è stata praticamente inutile per i team che monteranno la centralina Magneti Marelli

Come se non fossero bastati i problemi tecnici incontrati nella prima giornata un po' da tutti, la pioggia è arrivata a tormentare la seconda sessione di test a disposizione di quei team che hanno deciso di adottare la centralina unica realizzata dalla Magneti Marelli per la stagione 2013. Alla fine cinque dei sei piloti presenti sul tracciato malese di Sepang hanno preso la via della pista, ma senza riuscire a trarre delle indicazioni particolarmente utili, perchè la pista è stata bagnata praticamente per tutta la giornata, obbligandoli a girare esclusivamente con le gomme da bagnato e senza la possibilità di andare alla ricerca della prestazione. La conferma di quanto i tempi siano poco indicativi arriva anche dal fatto che il più veloce, proprio come ieri, è stato Danilo Petrucci. A stupire non è tanto che ci sia la Suter-BMW dell'italiano davanti a tutti, ma che abbia ottenuto il miglior crono completando appena 4 giri. La Iodaracing Project è infatti arrivata in Malesia con una sola moto, che ha accusato anche qualche problemino di troppo proprio a livello di elettronica, e nel pomeriggio "Petrux" ha dovuto cedere la sella al compagno di squadra Lukas Pesek, che ha fatto il suo esordio in MotoGp con il terzo tempo e 19 tornate all'attivo. Il pilota più impegnato in pista è stato Hector Barbera, autore di almeno una ventina di giri con la FTR-Kawasaki dell'Avintia Racing, che ha piazzato al secondo posto. Il suo compagno di box Hiroshi Aoyama invece ha preferito non girare, evitando di correre il rischio di incappare in una caduta che avrebbe potuto peggiorare le condizioni del suo polso convalescente. Dopo essere rimasti praticamente a guardare ieri (Colin Edwards aveva completato solamente un giro di installazione), finalmente sono riusciti a prendere la via della pista anche i piloti del Forward Racing, anche se per completare appena la miseria di 15 giri in due sulle loro FTR-Kawasaki (8 Claudio Corti e 7 Edwards). Da domani si spera che ci possa cominciare ad essere più azione sull'impianto malese, anche se la cosa appare praticamente scontata, visto che in pista ci sarà l'intero plotone della classe regina, comprese le squadre ufficiali Honda, Yamaha e Ducati.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Danilo Petrucci
Articolo di tipo Ultime notizie