Lorenzo soddisfatto, ma fino ad un certo punto

Lorenzo soddisfatto, ma fino ad un certo punto

A Jerez la Yamaha va meglio che ad Austin, ma Jorge vorrebbe più stabilità in accelerazione

Oggi è stata la grande giornata di Valentino Rossi, ma alle sua spalle, staccato di appena 15 millesimi, si è piazzato Jorge Lorenzo. Anche il campione del mondo in carica è parso soddisfatto alla fine del secondo dei tre giorni di test che i piloti di MotoGp avranno a disposizione a Jerez de la Frontera, anche se ha sottolineato alcuni difetti emersi sulla sua M1. "La pista era asciutta, ma non in perfette condizioni. Non c'era troppo grip e quindi in alcune curve abbiamo avuto dei problemi perchè non avevamo stabilità. In generale comunque è stato un test positivo: abbiamo lavorato sulle sospensioni e sull'elettronica e bisogna dire che rispetto ad Austin le cose sono andate decisamente meglio" ha esordito il maiorchino. "Ci sono tre Yamaha davanti a tutti (la terza è quella di Cal Crutchlow, ndr) e questa è sicuramente una motivazione in più per il nostro marchio. In ogni caso penso che dobbiamo lavorare per cercare di ottenere più stabilità in accelerazione e migliorare il nostro ritmo di gara" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie