Jerez, Day 1: Stoner beffa Lorenzo nel finale

Jerez, Day 1: Stoner beffa Lorenzo nel finale

L'australiano stacca di tre decimi il rivale della Yamaha. Ducati ad oltre 1"5 di distacco. Sorpresa De Puniet

Oggi era rimasto un po' nascosto, lasciando la scena alle Yamaha, ma alla fine Casey Stoner ha piazzato la sua zampata proprio nell'ultima ora della prima giornata dei test collettivi di Jerez de la Frontera. Il campione del mondo in carica ha sfoderato uno strepitoso 1'39"146, polverizzando il vecchio primato in gara del tracciato spagnolo, ma riuscendo anche a mettere quasi tre decimi tra la sua Honda e la M1 del rivale per antonomasia Jorge Lorenzo. Le Yamaha comunque hanno confermato di essere abbastanza in palla in vista dell'inizio della stagione, anche se alla fine pure Ben Spies si è dovuto inchinare a Dani Pedrosa nella battaglia riservata alle "spalle" di lusso. Lo spagnolo è anche riuscito a rimanere abbastanza vicino ai primi due, mentre "Texas Terror" è sceso sotto al muro dell'1'40", ma ha chiuso a circa otto decimi da Stoner. Nel finale è arrivato anche il colpo di reni di Cal Crutchlow, che ha portato la sua Yamaha del team Tech 3 in quinta posizione, risultando il migliore tra i piloti satellite. Non è andata troppo bene invece la giornata dei ducatisti, con Nicky Hayden e Valentino Rossi che si sono dovuti accontentare del sesto e del nono tempo. In mattinata l'americano aveva dato la sensazione di poter tenere la GP12 vicina al quartetto di testa, ma alla fine si è visto rifilare ben 1"4 da Stoner. E' andata addirittura peggio al "Dottore", che si è dovuto inchinare anche ad Alvaro Bautista ed Andrea Dovizioso, ma soprattutto ha beccato quasi 2" da Stoner, lamentando problemi di inserimento. E a tutto questo si potrebbe aggiungere un dato abbastanza inquietante: Randy De Puniet ha portato la sua ART-Aprilia CRT ad appena un decimo dalla Desmosedici del pesarese, mettendosi dietro anche le due GP12 satellite. Insomma, per gli uomini in Rosso sembrerebbe profilarsi un'altra stagione davvero complicata. Restando in tema CRT, nel finale si è avvicinato Colin Edwards con la sua Suter-BMW, ma ha mostrato importanti segni di miglioramento anche Michele Pirro con la nuovissima FTR-Honda, moto che ha avuto il suo battesimo solo una settimana fa. Comunque va detto che Jerez sembra aver compresso i distacchi, visto che Ivan Silva chiude il gruppo a poco meno di cinque secondi. MOTOGP, Jerez de la Frontera, 23/03/2012 Prima giornata di test collettivi (classifica finale) 1. Casey Stoner - HOnda - 1'39"146 2. Jorge Lorenzo - Yamaha - 1'39"419 3. Dani Pedrosa - Honda - 1'39"579 4. Ben Spies - Yamaha - 1'39"984 5. Cal Crutchlow - Yamaha - 1'40"130 6. Nicky Hayden - Ducati - 1'40"512 7. Alvaro Bautista - Honda - 1'40"545 8. Andrea Dovizioso - Yamaha - 1'40"665 9. Valentino Rossi - Ducati - 1'40"920 10. Stefan Bradl - Honda - 1'40"983 11. Randy De Puniet - ART-Aprilia - 1'41"015 12. Hector Barbera - Ducati - 1'41"388 12. Karel Abraham - Ducati - 1'41"603 14. Aleix Espargaro - ART-Aprilia - 1'42"293 15. Franco Battaini - Ducati - 1'42"403 16. Colin Edwards - Suter-BMW - 1'42"462 17. Michele Pirro - FTR-Honda - 1'42"655 18. Danilo Petrucci - Ioda-Aprilia - 1'42"750 19. Mattia Pasini - ART-Aprilia - 1'43"006 20. Yonny Hernandez - BQR-Kawasaki - 1'43"437 21. James Ellison - ART-Aprilia - 1'43"477 22. Ivan Silva - BQR-Kawasaki - 1'44"025

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie