Jerez, Day 1: Lorenzo in evidenza sotto alla pioggia

Jerez, Day 1: Lorenzo in evidenza sotto alla pioggia

Lo spagnolo della Yamaha stacca di 1" le Honda. Bene Iannone in quarta piazza. Valentino prende 2"

Il maltempo ha fatto da padrone nella prima giornata dei test collettivi della MotoGp a Jerez de la Frontera, con la pioggia arrivata proprio pochi minuti prima delle 10 a rovinare i piani di tutti, costringendo la maggior parte dei team e dei piloti a darsi da fare soprattutto nel pomeriggio, quando le condizioni sono leggermente migliorate. Non bisogna dimenticare poi che i piloti hanno a disposizione solamente quattro treni di gomme rain per l'intera durata dei test e siccome è prevista pioggia anche per domani, avevano bisogno di preservarne almeno un paio. La pioggia è stata intermittente per tutta la giornata, quindi non è stato neanche facile capire quale fosse il momento ideale per cercare la prestazione. Il miglior tempo della giornata è arrivato intorno alle 16, quando Jorge Lorenzo ha piazzato davanti a tutti la sua Yamaha in 1'47"423. Tra le altre cose il campione del mondo è stato anche uno dei pià attivi della giornata con i suoi 39 giri (più di lui hanno girato solo Hiroshi Aoyama e Michele Pirro con 56 e 48 giri) e alla fine ha distanziato di oltre 1" le due Honda ufficiali di Dani Pedrosa e Marc Marquez. A "Camomillo" sono bastati pochi giri per arrivare a girare sul passo dell'1'48", ma poi non è praticamente più riuscito a migliorare la sua prestazione. Discorso esattamente opposto invece per "El Cabronsito", che si è migliorato costantemente, riuscendo nel finale a portare la sua RC213V nella scia di quella del suo caposquadra, dimostrando di aver piano piano trovato il giusto feeling anche con il bagnato. Anche se la classifica ha chiaramente un valore relativo, oggi poi è arrivata la prima zampata importante di Andrea Iannone in MotoGp: il pilota di Vasto ha piazzato la sua Ducati al quarto posto, realizzando un crono di 1'48"984, quindi non troppo distante da quelli delle Honda, proprio nell'ultima delle sue 27 tornate. Bene anche il collaudatore Michele Pirro, che lo segue in quinta piazza nonostante stesse provando diverse componenti inedite. Più indietro invece le altre Desmosedici, con Nicky Hayden settimo, Andrea Dovizioso decimo e Ben Spies 11esimo. Sesto riferimento cronometrico invece per Valentino Rossi, che è salito in sella alla sua M1 solamente dopo le 15, ma poi si è dato parecchio da fare nelle ultime tre ore, mettendo insieme comunque ben 36 passaggi, il migliore dei quali è stato il 25esimo in 1'49"443. Dunque, il suo distacco da Lorenzo è di circa 2", ma bisogna ribadire ancora una volta che oggi la classifica ha un aspetto assolutamente relativo. Per quanto riguarda le CRT, nonostante l'assenza in pista delle due moto del Team Aspar, è stata comunque una ART-Aprilia a mettere tutti in fila: Yonny Hernandez ha dimostrato ancora una volta la sua sensibilità sul bagnato piazzando la sua moto della Paul Bird Motorsport al 12esimo posto, togliendosi anche la soddisfazione di mettersi dietro un paio di MotoGp vere e proprie, come la Honda di Alvaro Bautista e la Yamaha di Bradley Smith. Da segnalare, anche la caduta, fortunatamente senza conseguenze, di Stefan Bradl.

MotoGp - Test Collettivi Jerez - Day 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie