Buone sensazioni per Marquez sulla Honda 2014

Buone sensazioni per Marquez sulla Honda 2014

Marc però ha completato solo 13 giri, quindi per ora non la userà in gara. La Suzuki migliora 1"3

Approfittando del fatto che tutti gli altri big avevano già fatto ritorno a casa, Marc Marquez ha sfruttato fino in fondo l'ultima giornata di test a disposizione sul tracciato di Motorland Aragon, mettendo insieme la bellezza di 73 tornate del saliscendi spagnolo. 13 di queste il pilota della Honda le ha utilizzate per iniziare a prendere confidenza con la versione 2014 della RC213V, una moto che ha definito dotata di un grande potenziale e di miglioramente importanti a livello di motore a fine giornata, dopo aver fermato il cronometro su un tempo leggermente inferiore rispetto a quello realizzato ieri da Dani Pedrosa. Le restanti 60 però le ha completate in sella alla versione attuale della RC213V, con la quale ha intenzione di proseguire la stagione almeno a breve termine. Con questa è stato leggermente più lento rispetto a ieri, chiudendo con un crono di 1'48"6. Oltre a lui erano rimasti ad Alcaniz solamente la Suzuki ed il suo collaudatore Randy De Puniet, che invece si sono migliorati parecchio rispetto a ieri, scendendo fino a 1'49"5 (contro 1'50"8). Un passo avanti deciso che dimostra che il potenziale sembra esserci nella nuova 1000 realizzata dalla Casa di Hamamatsu. La prossima occasione per vederla in azione sarà nel mese di agosto, quando scenderà nuovamente in pista a Motegi, in Giappone.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie