Marquez: "Il contatto? Le immagini parlano chiaro"

Il campione del mondo non fa polemiche, ma pensa già a come cominciare la rimonta su Rossi

Marquez:

Marc Marquez sorride amaro: la caduta nel contatto con Valentino gli è costata punti importanti nella classifica mondiale della MotoGP che vede Rossi in testa, ma lo spagnolo della Honda non vuole innescare polemiche. Per fortuna nella scivolata si è podotto solo una abrasione...
"Sto bene, all'inizio avevo fastidio su un fianco per la strisciata sull'asfalto, ma ora è tutto ok".

E' stata giusta la scelta di partire con la gomma a mescola morbida?
"Alla fine ho scelto la gomma morbida perché sapevo che con la dura, in queste condizioni di pista, non saremmo riusciti a farla lavorare bene, per cui non sarebbe stato possibile vincere. Di fatto sono stato costretto a scegliere la soft per cui sono andato all'attacco dall'inizio per cercare di creare un buco. Poi ho visto che stava arrivando Valentino. Non mi ero preoccupato perché ero riuscito a fare due giri sull'1'39 basso per cui ero pronto alla battaglia".

E poi c'è stato il contatto..."Quando mi ha sorpassato si è visto nelle immagini quello che è successo... Queste sono le gare e a volte può succedere. Io ho sempre detto che per me Valentino è il mio punto di riferimento e ogni volta c'è qualcosa da imparare da lui".

Come ti senti nel ruolo di secondo del mondiale? E ti aspettavi un Rossi così competitivo?
"Si, me lo aspettavo già ad Austin, perché lui è sempre molto forte. Il campionato sarà molto lungo e c'è tempo per recuperare: cercheremo di lavorare bene e già da Jerez proveremo a recuperare dei punti. Io sono molto fiducioso".

L'incidente non è colpa di nessuno?
"No, queste sono le gare...".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alex Marquez
Articolo di tipo Ultime notizie