Stoner molto soddisfatto, Pedrosa teme per il braccio

Stoner molto soddisfatto, Pedrosa teme per il braccio

Dovizioso arrabbiato con Simoncelli per il modo in cui lo aveva passato

Con questa vittoria, Casey Stoner ha coronato un weekend perfetto sul circuito internazionale di Losail, in Qatar, che lo ha visto protagonista assoluto con la conquista della pole position, del giro più veloce in gara (1’55.366 al 13esimo giro) e della vittoria. Sul podio, il Presidente di HRC Tetsuo Suzuki ha ricevuto il trofeo per il costruttore. In segno di vicinanza al popolo giapponese, Tetsuo Suzuki, Casey e Dani Pedrosa hanno portato la bandiera nipponica in segno di incoraggiamento per il difficile momento del Paese del Sol Levante. Casey Stoner: "Dopo un ottimo precampionato, siamo arrivati forti al primo weekend di gara e tutto è stato un crescendo. Nel warm up ho faticato a trovare un buon feeling con la moto con il serbatoio pieno. Questo problema ha condizionato anche la prima parte di gara, ma sapevamo che con meno benzina e le gomme un po' usurate, avremmo ripreso la piena confidenza che avevamo in prova. Dani mi ha ripassato al sesto giro ed ho deciso di seguirlo per capire dove era più forte e in quali punti più debole. Quando mi sono sentito più sicuro con la moto, avevo più grip e una migliore agilità in curva, ho deciso di spingere e prendere un vantaggio. Stasera la mia moto era fantastica, come lo è stata in ogni sessione di prove. Sono orgoglioso di correre per il Repsol Honda Team e di aver conquistato la mia prima vittoria con questi colori al debutto. È un modo perfetto per iniziare la stagione. Sono molto contento di come sono andate le cose e del lavoro del team. Grazie a Honda e un pensiero al Giappone che sta attraversando un periodo difficile”. Dani Pedrosa:Sono deluso non per la gara, ma per i problemi che ho avuto nuovamente al braccio sinistro. Già in prova avevo sentito qualcosa, ma non credevo che potesse essere così grave: alla fine non riuscivo a stringere con forza i semimanubri, negli ultimi 7-8 giri non potevo usare la frizione e soffrivo molto. La moto è stata perfetta per tutta la durata della gara, avevo la possibilità di vincere ma ho faticato molto, è stata una delle gare più dure della mia vita. Non so cosa posso fare perché dopo il periodo di riposo di questo inverno doveva essere tutto risolto. Ho fatto gli esami e tutto andava bene, così adesso non so cosa devo fare. Mi dispiace per il team perché la moto andava molto bene, veloce e perfetta anche in curva. Sono orgoglioso di come ho guidato, ho combattuto con Casey su questa pista come nessuno ha mai fatto prima, ma sono preoccupato per quanto riguarda il futuro. Tra due settimane saremo in Jerez con una moto molto veloce e su una pista dove sono molto forte, ma non so cosa succederà”. Andrea Dovizioso:Ho finito con un po’ di amaro in bocca ma complessivamente è stata una buona gara. Nei primi giri pensavo di potermi giocare il podio e sono soddisfatto di come ho girato per tutta la gara, tanto che ho fatto il miglior tempo all’ultimo giro. Dobbiamo migliorare ancora per stare con Casey e Dani ma ci manca poco. La moto ha lavorato in modo costante per tutta la gara, ho perso però tempo nella battaglia con Simoncelli che a mio parere ha fatto un sorpasso un po' al limite. Questo è stato il momento critico della corsa perché abbiamo perso quel poco che è bastato a non permetterci di lottare per il podio fino alla fine. Voglio ringraziare il team per il lavoro fatto. Sono anche contento della mia condizione fisica perché sono arrivato in fondo senza problemi di affaticamento nonostante questa pista sia molto impegnativa da questo pu nto di vista”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag ginevra