Stefan Bradl torna in sella alla sua Honda a Motegi

Stefan Bradl torna in sella alla sua Honda a Motegi

Il pilota tedesco ha superato i controlli della FIM e domani sarà in pista nelle Libere

Questa mattina Stefan Bradl ha effettuato la visita di controllo con i medici della FIM, che avrebbedo dovuto decidere se dargli o meno l'ok per tornare in pista a Motegi, dopo la frattura della caviglia rimediata due settimane fa a Sepang, in Malesia. Il pilota tedesco era stato immediatamente operato a Kuala Lumpur ed una settimana fa ha tentato un recupero lampo ed è risalito sulla sua Honda RC213V nella prima sessione di prove libere del Gp d'Australia. Tuttavia, il dolore è stato troppo forte e quindi i medici della FIM lo hanno successivamente dichiarato "unfit to race" dopo la prima sessione di prove libere. Da quel momento l'ex campione del mondo della Moto2 si è sottoposto a ben due sessioni di fisioterapia al giorno ed è arrivato in Giappone con la convinzione di essere in forma al punto giusto per disputare una buona corsa. "Sono felice di poter tornare a correre, specialmente su questa pista molto importante per la Honda. Dopo essere stato dichiarato non idoneo in Australia, ho fatto due sessioni di fisioterapia al giorno: ora posso già camminare senza stampelle e la caviglia va molto meglio. Rispetto a Phillip Island qui ci sono più staccate secche e curve lente, quindi so che sarà dura dal punto di vista fisico, ma non vedo l'ora di tornare sulla mia RC213V" ha commentato Bradl.
Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Articolo di tipo Ultime notizie