Bradl firma il primo acuto a Termas de Rio Hondo

condividi
commenti
Bradl firma il primo acuto a Termas de Rio Hondo
Di: Matteo Nugnes
05 lug 2013, 00:08

Il tedesco è stato il più veloce tra i pochi piloti impegnati nel debutto sul tracciato argentino

Sono quattro i piloti della MotoGp che oggi hanno avuto modo di conoscere da vicino il nuovo tracciato di Termas de Rio Hondo, apprezzandone particolarmente le caratteristiche: le prime impressioni generali, infatti, sono state buone, perchè il circuito argentino è stato definito come veloce e divertente da affrontare. Dopo una mattinata in cui hanno dovuto un po' prendere le misure alla pista, ma anche gommare il manto d'asfalto, i piloti hanno piano piano iniziato a migliorare le proprie prestazioni, fino a quando Stefan Bradl è arrivato a piazzare l'1'44"188 che gli è valso il miglior riferimento di giornata. In seconda posizione si è inserita la seconda Honda di Alvaro Bautista, che con la RC213V del Team Gresini ha chiuso a tre decimi dal leader, rifilando a sua volta nove decimi alla Yamaha di Cal Crutchlow. Molto più distante invece la FTR-Kawasaki CRT di Hector Barbera, che paga circa 4". Il gruppo poi si chiude con le due Moto2 di Esteve Rabat e Nico Terol. Bisogna ricordare, infine, che tutti i piloti hanno lavorato molto con i tecnici della Bridgestone, arrivati in Argentina per prendere confidenza con l'asfalto molto abrasivo di questo impianto e scegliere le mescole migliori da utilizzare quando il Motomondiale farà tappa qui nel 2014. MOTOGP, Termas de Rio Hondo, 04/07/2013 Prima giornata di test 1. Stefan Bradl - Honda - 1'44"188 - 28 giri 2. Alvaro Bautista - Honda - 1'44"531 - 25 3. Cal Crutchlow - Yamaha - 1'45"170 - 24 4. Hector Barbera - FTR-Kawasaki - 1'47"892 - 30 5. Esteve Rabat - Kalex Moto2 - 1'48"592 - 51 6. Nico Terol - Suter Moto2 - 1'50"102 - 44
Prossimo articolo MotoGP
Ufficiale: la MotoGp in Argentina fino al 2016

Previous article

Ufficiale: la MotoGp in Argentina fino al 2016

Next article

Dovi potrebbe avere un telaio nuovo in Germania

Dovi potrebbe avere un telaio nuovo in Germania

Su questo articolo

Serie MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Autore Matteo Nugnes
Tipo di articolo Ultime notizie