Sepang, Libere 2: Pedrosa si conferma al top

Sepang, Libere 2: Pedrosa si conferma al top

Dani sembra avere un gran passo e stacca di mezzo secondo Marquez. Le Yamaha sono quasi a 1"

Nonostante la pioggia caduta durante la Moto3, i piloti della MotoGp sono riusciti ad abbassare i loro tempi nella seconda sessione di prove libere del Gp di Malesia. Una missione riuscita a tutti i big, tranne che ad uno Jorge Lorenzo parso decisamente nero al termine del turno. La batosta a livello morale rimediata a Motorland Aragon sembra aver dato una bella sveglia a Dani Pedrosa, che a Sepang è subito partito a razzo, facendo segnare il miglior tempo nelle Libere 1 e confermandosi al top in quelle pomeridiane. Lo spagnolo della Honda è stato l'unico capace di scendere sotto al muro del 2'01", fermando il cronometro su un tempo di 2'00"554, ma è soprattutto il passo mostrato da "Camomillo" che deve preoccupare la concorrenza, visto che ha girato in 2'01" basso costante senza particolari problemi. Una performance decisamente degna di nota, specialmente se si pensa che il leader del Mondiale Marc Marquez ci è riuscito praticamente in una sola occasione, chiudendo secondo ma ad oltre cinque decimi dal compagno di squadra. Continuando a scorrere la classifica, cresce addirittura a quasi nove decimi il gap della prima delle Yamaha, che è quella di Cal Crutchlow. Il britannico ha chiuso con la terza prestazione, precedendo di poco più di un decimo la M1 ufficiale di Valentino Rossi, che quindi becca quasi 1" anche su una pista che gli ha spesso sorriso anche in passato. L'unica consolazione per il "Dottore" può essere data dalle difficoltà incontrate anche dal suo compagno Jorge Lorenzo. Lo spagnolo non ha neppure migliorato il tempo delle Libere 1 ed ha chiuso sesto ad 1"1, alle spalle anche di un Alvaro Bautista che ha saputo fare meglio di lui nonostante sia finito anche ruote all'aria con la sua Honda del Team Gresini. Per trovare la prima delle Ducati bisogna invece guardare all'ottava posizione occupata da Nicky Hayden: per le Desmosedici sembra essere davvero notte fonda, contando che l'americano si è visto rifilare quasi 2" dalla vetta della classifica, precedendo di poco la GP13 gemella di Andrea Dovizioso. Le altre due invece sarebbero addirittura fuori dalla Q2 in questo momento e per domani c'è anche un forte rischio di pioggia. Per quanto riguarda le CRT, ancora una volta a dettare il ritmo è stato Aleix Espargaro, autore dell'11esima prestazione con la ART-Aprilia del Team Aspar. Sui lunghi rettilinei di Sepang però le moto di questa categoria sono tornate a pagare distacchi pesanti, penalizzate dai loro motori meno performanti.

MotoGp - Sepang - Libere 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie