Stoner: "Guidare una 1000 a Jerez è frustrante"

L'australiano vede i circuiti stretti e tortuosi poco adatti ai nuovi prototipi della MotoGp

Stoner:
Dopo i test di Sepang, Casey Stoner aveva detto di apprezzare le sensazioni di guida prodotte dalle nuove 1000, che da quest'anno sono arrivate a prendere il posto delle 800 sulla griglia di partenza della MotoGp. Il giudizio dell'australiano però sembra essere completamente cambiato di fronte ad un circuito decisamente più lento e guidato come quello di Jerez. Il campione del mondo in carica ha detto di ritenere frustrante l'avere a disposizione tutta quella potenza e non poterla sfruttare al massimo. "Questa pista è troppo piccola, specialmente per queste moto così "grosse". Non si riesce neanche a scaricare la sesta marcia. Probabilmente tocchiamo delle velocità di punta più alte a Laguna Seca" ha spiegato il portacolori della Honda a MotorCycleNews. "Qui è frustrante guidare, perchè non riesci mai a spalancare completamente. Si susseguono una curva dopo l'altra e non c'è nessun punto che ti permetta di sfruttare la potenza di queste moto. Devi continuamente evitare che la moto si impenni. Personalmente preferisco le piste più larghe, perchè ci permettono di usare tutta la potenza" ha aggiunto. Sullo stesso tema è stato interrogato anche Cal Crutchlow, che ha dato ragione al collega con una simpatica battuta: "Arrivando da una pista più lunga e veloce come Sepang, dove un giro dura circa 20" rispetto a Jerez, mi ha dato la sensazione di essere su una pista di kart".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner , Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie