Redding tratta per avere una Ducati satellite nel 2013

Redding tratta per avere una Ducati satellite nel 2013

Bartholemy della Marc VDS ha già parlato di questa possibilità con Guareschi ad Assen

Lo scorso anno si era parlato molto di un possibile interesse della Ducati per Scott Redding. Stando alle voci in merito, pareva che a Borgo Panigale stessero valutando la possibilità di "parcheggiare" il pilota britannico per un anno al Team Pramac per valutarne le sue prestazioni ed un'eventuale promozione futura nella squadra factory. Alla fine però la squadra satellite ha deciso di puntare sul più esperto Hector Barbera e Redding è dovuto rimanere in Moto2 un'altra stagione. Sia chiaro, Scott lo ha fatto tutt'altro che a malincuore, ma ora comincia a risentire davvero tanto della differenza di peso con i rivali più "tascabili", come ad esempio Marc Marquez, essendo lui uno dei più pesanti sulla griglia di partenza e pagando questo in termini di velocità massima. Una situazione che lo sta facendo seriamente pensare alla MotoGp per il suo futuro: "Sarebbe bello fare il salto in MotoGp l'anno prossimo. Se introducessero un peso minimo da rispettare però non mi dispiacerebbe troppo restare in Moto2, anche se la vedo difficile se non impossibile" ha detto a MotorCycleNews. Per lui si parla nuovamente di Ducati, magari con un team allestito dalla sua squadra attuale, la Marc VDS, che è gestita anche dal suo manager Michael Bartholemy: "Meglio stare in Moto2 e patire il problema del peso o salire su una moto difficile come la Ducati? Chi lo sa, magari salgo sulla moto e non la trovo così difficile. E' un po' come giocare d'azzardo, ma lottare con uno di quegli "animali" per tutta la stagione deve essere davvero interessante. Inoltre so che la Ducati sta lavorando molto duramente per migliorare, quindi potrebbe essere una buona mossa. Mi piacerebbe restare con il mio team e se riuscisse a trovare un moto sarebbe veramente fantastico" ha aggiunto. E in questo senso i contatti sarebbero già cominciati ad Assen, dove Bartholemy ha avuto modo di fare una chiacchierata con Vittoriano Guareschi, con lo scopo di capire se c'è modo di ottenere da Borgo Panigale una GP13 satellite. Anche perchè quello che preme di più al manager è dare al suo pilota una moto che gli permetta di esprimere il suo potenziale. "Siamo molto interessati e penso che potremmo essere un partner molto valido per ogni casa. Scott vorrebbe fare il salto in MotoGp e sarebbe bello farlo insieme. Ma vogliamo farlo con una moto che gli permetta di dimostrare quello che è capace di fare, senza finire a lottare nelle retrovie. Sono convinto che abbia il potenziale per lottare con i più forti e che gli serva solo il mezzo giusto per dimostrarlo" ha confermato Bartholemy, sempre a MotorCycleNews. Tra le altre cose, questa sarebbe una possibilità tutt'altro che remota, visto che da tempo si vocifera sulla possibilità che il team Cardion AB, ovvero quello per cui corre Karel Abraham, possa decidere di optare per una CRT nel 2013.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Scott Redding
Articolo di tipo Ultime notizie