Sachsenring, Libere 2: Pedrosa al top sul bagnato

Sachsenring, Libere 2: Pedrosa al top sul bagnato

Beffato per pochi millesimi l'idolo locale Bradl. Seguono Lorenzo e Stoner, mentre Valentino è quinto

Asciutto o bagnato non sembra fare troppa differenza per Dani Pedrosa, che si è riportato davanti a tutti anche nella seconda sessione di prove libere del Gp di Germania di MotoGp, disputata dopo che un temporale piuttosto violento si era abbattuto sul Sachsenring. La pioggia dei primi minuti ha però lasciato spazio ad un pallido sole nella fase conclusiva del turno, permettendo un lieve miglioramento delle condizioni dell'asfalto che ha permesso al pilota della Honda di piazzare il suo 1'32"228 con cui ha messo tutti in fila. Sotto alla bandiera a scacchi ha tentato il colpaccio il pilota di casa Stefan Bradl, ma lo ha mancato per appena 76 millesimi. Un peccato per il tedesco, che si era presentato alla fotocellula dell'ultimo intermedio con circa tre decimi di vantaggio su "Camomillo". Terzo tempo per la Yamaha di uno Jorge Lorenzo ancora zoppicante per lo stiramento al legamento della caviglia rimediato nell'incidente con Alvaro Bautista ad Assen. La sensazione comunque è che questo problema non infastidisca più di tanto lo spagnolo nella guida, che oggi ha badato soprattutto a non forzare. In quarta posizione troviamo poi Casey Stoner, che però erà già fermo ai box quando i primi tre hanno migliorato le loro prestazioni approfittando di una pista in costante miglioramento. Fino a quel momento era stato proprio lui a comandare le operazioni, dimostrando di aver trovato un buon feeling con la sua RC213V in caso di pioggia. Sale al quinto posto Valentino Rossi, la cui Ducati sul bagnato riesce sempre a superare i problemi che invece la affliggono sull'asciutto. Il "Dottore" è stato piuttosto a lungo in seconda posizione e alla fine ha pagato solo tre decimi. E' facile ipotizzare, dunque, che lui sia tra coloro che sperano nella pioggia per domenica. Alle spalle del pesarese c'è l'altra GP12 ufficiale di Nicky Hayden, mentre per una volta sono piuttosto attardate le due Yamaha Tech 3, con Cal Crutchlow ed Andrea Dovizioso che sono rispettivamente settimo ed ottavo, ma entrambi davanti alla M1 ufficiale di Ben Spies. Infine, per quanto riguarda le CRT, l'asfalto viscido ha permesso a James Ellison di mettersi in grande evidenza, staccando il 12esimo tempo assoluto, anche se ad oltre 2"6 da Pedrosa.

MotoGp - Sachsenring - Libere 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie