Prove di accordo sulla centralina unica per il 2014

condividi
commenti
Prove di accordo sulla centralina unica per il 2014
Redazione
Di: Redazione
28 ott 2012, 14:10

Le Case avrebbero libertà di gestione dei programmi. Inoltre si alzerebbe il regime massimo a 16.000 giri

Durante il weekend di Phillip Island si è tornati a parlare molto di regolamenti MotoGp, soprattutto in chiave 2014. Nelle ultime settimane ha fatto discutere molto la possibile introduzione di una centralina unica, che però è sempre stata guardata con una certa ostilità dalle Case ed in particolare dalla Honda. La Dorna vuole cercare in tutti i modi di ridurre l'elettronica, per rendere la classe regina più "umana" e spettacolare, ma fino a qualche giorno fa i costruttori non ne avevano voluto sentir parlare, ponendo anche la giusta obiezione che quello è un campo di ricerca che potrebbe consentire importanti applicazioni future anche al prodotto. Ora però sembra essere stato trovato un punto di accordo: si parla dell'adozione di una centralina unica, che però sarebbe libera a livello di programmi di gestione per le Case ufficiali e più limitata per chi invece disporrà di un motore derivato dalla serie. Ma non è tutto qui, perchè per dare l'ok i costruttori hanno chiesto un innalzamento del regime massimo di rotazione, che da 15.500 giri dovrebbe salire a 16.000 mila giri.
Prossimo articolo MotoGP
Stoner: quello di Valencia sarà solo un arrivederci?

Previous article

Stoner: quello di Valencia sarà solo un arrivederci?

Next article

Valentino: "Con la Yamaha tornerò a divertirmi!"

Valentino: "Con la Yamaha tornerò a divertirmi!"

Su questo articolo

Serie MotoGP
Autore Redazione
Tipo di articolo Ultime notizie