Bautista spera di fare un altro passo avanti nel 2014

Bautista spera di fare un altro passo avanti nel 2014

Secondo lo spagnolo ora manca davvero poco per lottare con i migliori della classe regina

Il 2014 deve essere l'anno della prova di maturità per Alvaro Bautista: per lo spagnolo si tratta della terza stagione da pilota di punta del Team Go&Fun Honda Gresini e bisogna dare seguito a quanto di buono fatto vedere nella seconda parte del 2013, quando ha spesso battagliato alla pari con Valentino Rossi. E' normale quindi guardare al prossimo campionato con moderate ambizioni e con la speranza di riuscire a salire sul podio con una certa regolarità. La settimana prossima ci saranno i primi test a Sepang, ti senti pronto? "Durante le feste sono un po' ingrassato, ma ho già recuperato in queste settimane. In particolare la settimana scorsa mi sono dato molto da fare, allenandomi a Lanzarote, quindi mi sento in forma per i primi test della prossima settimana". Durante l'inverno come ti sei allenato? "Ho fatto soprattutto del motocross, che in inverno è ideale. Ora c'è troppo freddo per fare supermotard, quindi ho preferito non correre rischi e ho optato per il cross, ma guidando sempre con parecchio margine, perché cadendo ci si può sempre fare male e i test sono davvero vicini". Nella seconda parte del 2013 hai duellato spesso per il quarto posto: cosa manca per fare un passettino in avanti ed attaccare il podio? "La differenza non è troppa rispetto ai piloti ufficiali. L'anno scorso abbiamo sofferto parecchio nella prima parte della stagione perchè dovevamo lavorare molto con la Showa (fornitore di sospensioni che usa solo il Team Gresini, ndr) per trovare il pacchetto giusto. A metà stagione, quando abbiamo raggiunto la soluzione che cercavo, abbiamo iniziato ad essere più competitivi e soprattutto più costanti, lottando sempre per il quarto o quinto posto. In un paio di occasioni siamo arrivati a meno di un decimo dal salire sul podio, lottando alla grande con un campione come Valentino Rossi, quindi non manca troppo. Ora ovviamente speriamo di ripartire da qui e di poter migliorare ancora un pochino nei test invernali per cominciare la stagione lottando almeno per la quarta posizione. Più avanti poi ci piacerebbe riuscire a salire sul podio e magari provare anche qualche volta a lottare per la vittoria". Nel 2014 arrivano in pista anche le "Open", qual è il tuo punto di vista su questa categoria? "Io penso che queste moto saranno molto vicine alle nostre, perchè potranno usare più benzina, ma soprattutto una gomma più morbida e questo è importante perché le gomme fanno una grande differenza in questa categoria. Credo che in qualifica ogni tanto le vedremo lottare per la pole position, anche se bisognerà vedere come si comporteranno sulla lunga distanza in gara. Saranno una novità tutta da scoprire". Su una di queste moto ci sarà anche Scott Redding, il tuo nuovo compagno di squadra... "Scott è un bravo ragazzo ed un bravo pilota, quindi sono convinto che potrà fare bene con questa moto. Sarà anche uno stimolo in più, ma speriamo che rimanga dietro a me (ride, ndr)".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Alvaro Bautista
Articolo di tipo Ultime notizie