Poncharal blocca il progetto della CRT della Tech 3

Poncharal blocca il progetto della CRT della Tech 3

Prima di lanciarsi in questa nuova avventura vuole capire come saranno le nuove regole

Fino a qualche settimana fa, Hervé Poncharal continuava a sventolare ai quattro venti la sua volontà di portare in MotoGp una moto realizzata interamente dalla sua Tech 3, aderendo quindi al regolamento CRT a partire dalla stagione 2013 o al massimo dal 2014. Il progetto stava già cominciando a prendere vita nella factory di quella che attualmente è la squadra satellite della Yamaha, ma il manager francese ha deciso di interrompere i lavori, almeno fino a quando non sarà fatta chiarezza sui nuovi regolamenti che arriveranno nella classe regina. "Ero molto entusiasta all'idea di realizzare una nostra CRT, perchè pensavo che l'unico modo per garantirsi un futuro fosse la costruzione di una moto propria. Ma ora ho deciso fermare tutto, almeno per il momento, per vedere come si evolveranno le regole prima di prendere una decisione definitiva" ha spiegato Poncharal a MotorCycleNews. "Se ci sarà la possibilità di avere una moto factory con un leasing di circa un milione di euro, allora forse sarà il caso di ripensarci: in quel caso forse sarebbe addirittura più accessibile economicamente e garantirebbe delle buone prestazioni" ha aggiunto. "Non credo che questa sarebbe la fine delle CRT, ma è chiaro che se potessi prendere una Yamaha M1 per un milione di euro, non avrei il minimo interesse a costruire la mia CRT. Anche perchè c'è il rischio che mi potrebbe venire a costare anche di più, inoltre le prestazioni sarebbero sicuramente inferiori" ha concluso.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie