Phillip Island, libere 1: Lorenzo è tornato

Phillip Island, libere 1: Lorenzo è tornato

Lo spagnolo non ha paura a prendere rischi con la pista bagnata, Rossi è settimo

Jorge Lorenzo non ha più calcoli da fare ed ecco che sembra tornato il cannibale di inizio stagione. Nemmeno un asfalto viscido ed impegnativo (la pioggia ha ritardato di quasi 2 ore il programma) lo ha frenato nella prima sessione di prove libere della MotoGp a Phillip Island, che ha comandato con un tempo di 1'41"480. Alle sue spalle si sono inserite le due Ducati ufficiali, con l'idolo locale Casey Stoner in seconda piazza staccato di poco più di tre decimi, seguito a ruota dal compagno di squadra Nicky Hayden, che però paga già quasi mezzo secondo. Segue poi un poker di italiani, che si apre con le due Honda del team Gresini affidate a Marco Simoncelli e Marco Melandri, sempre veloce quando c'è da affrontare una pista bagnata. Sesto tempo poi per Andrea Dovizioso, seguito da un Valentino Rossi che ha dato l'idea di non voler rischiare troppo ed ha chiuso incassando quasi 1"5 da Lorenzo. Tra coloro che non hanno voluto rischiare troppo ci sono anche Ben Spies e Dani Pedrosa: il texano conosce bene la pista, quindi ha preferito completare appena 3 giri. Lo spagnolo, appena rientrato dall'infortunio alla clavicola, ha messo insieme appena 7 giri prima di fermarsi e recarsi in Clinica Mobile. Evidentemente le sue condizioni non sono ancora delle migliori.

MotoGp - Phillip Island - Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie