La Yamaha contesta il secondo posto di Pedrosa

La Yamaha contesta il secondo posto di Pedrosa

Secondo Lin Jarvis e soci Dani doveva cedere la posizione a Valentino e non a Marquez

La giornata già complicata che ha vissuto la Honda a Phillip Island con la squalifica di Marc Marquez potrebbe anche complicarsi: la Yamaha, infatti, contesta anche il secondo posto di Dani Pedrosa, sostenendo che lo spagnolo avrebbe dovuto cedere la posizione a Valentino Rossi e non al compagno di squadra quando è stato sanzionato per essere rientrato tagliando la linea bianca in occasione del pit stop. Secondo il management della squadra ufficiale della Casa di Iwata, non importa infatti che la Direzione Gara non avesse ancora esposto la bandiera nera a Marquez quando Pedrosa si è fatto superare da Marc. Lin Jarvis e soci contestano il fatto che "El Cabronsito", avendo effettuato il cambio moto un giro in ritardo rispetto a quanto consentito, non avrebbe dovuto ottenere neppure il via libera per rientrare in pista. E' anche vero però che il buon Dani non poteva essere consapevole di tutte queste variabili quando era in sella alla sua RC213V, quindi ha fatto ciò che gli è stato richiesto facendosi sfilare dalla moto gemella e forse una punizione nei suoi confronti sarebbe eccessiva. Nelle prossime ore vedremo se ci saranno novità.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie