Paul Bird pensa ad una CRT motorizzata Aprilia

Paul Bird pensa ad una CRT motorizzata Aprilia

L'ex squadra ufficiale Kawasaki in Sbk ha già avuto contatti con Ezpeleta e con l'IRTA

La mancata conferma per il ruolo di squadra ufficiale della Kawasaki nel Mondiale Superbike non ha messo la parola fine ai piani ambiziosi di Paul Bird: il proprietario dell'omonima squadra non ha alcuna intenzione di limitarsi a partecipare al British Superbike nel 2012 e starebbe valutando l'ipotesi di entrare in MotoGp grazie al regolamento CRT, che consente di utilizzare propulsori 1000 derivati dalla serie. In occasione del weekend di Imola della Sbk, Bird ha già raggiunto un accordo di massima per ottenere dall'Aprilia i potenti motori della RSV4. Per quanto riguarda il telaio, questo potrebbe addirittura essere assemblato all'interno della factory britannica, anche se a riguardo non ci sarebbero certezze al momento. Ma non è tutto qui, perchè Bird è stato avvistato anche nel paddock di Motorland Aragon quando vi ha fatto tappa il Motomondiale e in quell'occasione ha avuto modo di prendere contatti con Carmelo Ezpeleta e con Mike Trimby della IRTA, con l'obiettivo di spiegare il suo piano e di capire se esiste ancora un margine per accedere alla classe regina. La cosa è stata confermata da Trimby a MotorCycleNews: "Noi lo vorremmo in MotoGp e glielo abbiamo detto, quindi in pratica stiamo solo aspettando la sua proposta definitiva. Sappiamo che vuole creare una squadra con base in Gran Bretagna e con un pilota britannico ed è esattamente quello di cui abbiamo bisogno. Se va avanti con questo progetto, sicuramente gli offriremo un posto sulla griglia: Carmelo glielo ha già detto ad Aragon".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie