Ciabatti: "E' arrivato il tempo delle scelte radicali"

Il responsabile del programma MotoGp Ducati annuncia novità importanti per il 2014, ma per ora restano segrete

Ciabatti:
"L’evoluzione senza rivoluzione non ha dato i risultati sperati. Adesso è arrivato il tempo delle scelte radicali e assicuro che sono già state prese". Pare piuttosto chiaro il messaggio che Paolo Ciabatti, responsabile del programma MotoGp della Ducati, in questa breve dichiarazione rilasciata alla Gazzetta dello Sport. La politica dei piccoli passi invocata dai nuovi vertici del reparto corse di Borgo Panigale non ha dato i risultati sperati, perchè dopo quasi un anno di lavoro il distacco delle Desmosedici dalle Honda e dalle Yamaha si attesa ancora intorno al secondo. Dall'anno prossimo quindi ci saranno novità importanti, sulle quali però c'è ancora parecchio mistero: "Non posso svelare nulla" ha aggiunto Ciabatti. Per vedere in pista la GP14 (se si chiamerà così) bisognerà attendere però i test del prossimo febbraio a Sepang. Questo vuol dire che ancora una volta la Rossa parte in ritardo rispetto alla concorrenza, visto che Honda e Yamaha hanno già portato in pista la moto 2014. Ciabatti, infatti, non vuole farsi false illusioni: "Non ci si illuda di combattere ad armi pari con gli altri in un giorno o due". Non bisogna dimenticare poi che nel weekend di Misano si era manifestato anche il malumore del main sponsor Philip Morris, il cui contratto con Ducati scade al termine del 2014, nelle parole del vicepresidente Maurizio Arrivabene. In riferimento a questo, Ciabatti assicura che l'anno prossimo ci sarà una svolta importante: "Abbiamo degli impegni verso chi ci sostiene fin dal nostro arrivo nel Motomondiale. Ci sono grosse cose in vista, garantisco".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie