Marquez se la cava con il mento gonfio e qualche botta

Marquez se la cava con il mento gonfio e qualche botta

Lo spagnolo ha rivelato di essere saltato giù dalla sua Honda per evitare l'impatto con il muro

Dopo aver brillato nelle prime quattro gare senza particolari sbavature, oggi per Marc Marquez è arrivato il primo grande spavento dal suo approdo in MotoGp: lo spagnolo si è reso protagonista di una caduta davvero paurosa nel corso della seconda sessione di prove libere del Gp d'Italia, al Mugello, perdendo il controllo della sua Honda RC213V alla staccata della San Donato, quando viaggiava ad oltre 250 km/h. Lo spagnolo ha raccontato di essere stato costretto a saltare giù dalla sua moto: "Subito dopo aver scollinato sul rettilineo ho toccato il freno, ma mi si è chiuso l'anteriore. Ho provato a recuperare la situazione, ma la moto ha iniziato a puntare il muro, quindi sono dovuto saltare giù per evitare di andare a sbattere". "El Cabronsito" ha fatto provare un bel brivido a tutti gli addetti ai lavori, venendo portato via in ambulanza e rimanendo nel Centro Medico per oltre 45 minuti. Alla fine però, fortunatamente, se l'è cavata solo con il mento gonfio e con qualche contusione qua e là. "Ho preso una brutta botta con il mento, inoltre ho fatto un brutto movimento anche con il collo. Ho riportato alcune contusioni alla spalla destra, al braccio e alla gamba, ma in generale devo dire che sto bene. Per questo voglio ringraziare tutta l'equipe medica che si è occupata di me sulla scena del'incidente. Ora ho bisogno di riposare e poi vedremo come mi sentirò domani mattina" ha concluso Marc.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie