Mugello, Libere 1: Marquez svetta sull'umido, ma cade

Mugello, Libere 1: Marquez svetta sull'umido, ma cade

Nel finale si passa alle slick e Marc precede Pirro e Bradl. Indietro le Yamaha, brutta caduta per Dovizioso

Qualora ce ne fosse ancora bisogno, Marc Marquez ha dato un ennesimo saggio del suo talento nella prima sessione di prove libere del Gp d'Italia di MotoGp, al Mugello. Un turno iniziato con la pista bagnata, che è andata via via asciugando, consentendo il passaggio alle gomme slick nella fase conclusiva. Ed è stato proprio quando si è passati su queste che il pilota della Honda ha fatto una grande differenza, girando costantemente circa 1" più veloce rispetto a tutti gli altri. Alla fine il suo 1'54"797 gli ha consentito di chiudere con un margine di poco meno di quattro decimi, ma solo perchè all'ultimo giro, mentre gli altri miglioravano ancora, si è reso protagonista di un dritto con annessa caduta da fermo sull'erba bagnata. Alle sue spalle c'è sicuramente una delle note liete di questa mattinata, ovvero Michele Pirro, bravissimo a portare la Ducati "laboratorio" in seconda posizione, scavalcando proprio in extremis la Honda di Stefan Bradl, dopo essere stato anche al comando per qualche frangente. Va detto però che questa non è una classifica particolarmente significativa, come certificato dal quarto tempo della ART-Aprilia di Karel Abraham e dal quinto di quella di Yonny Hernandez, cui va il merito di essere stato il primo a rischiare le slick. Il leader del Mondiale Dani Pedrosa, per esempio, non ha voluto rischiare troppo ed è solo ottavo con la sua Honda, alle spalle anche di Bradley Smith e Nicky Hayden. Ancora più prudenti lo sono stati i piloti della Yamaha: Jorge Lorenzo non ha neppure girato nei minuti finali del turno, mentre Valentino Rossi ha girato con le rain quasi fino alla bandiera a scacchi, quindi al momento sono 14esimo e 19esimo. Questo vuol dire che se dovesse piovere nelle libere di oggi pomeriggio e in quelle di domattina, finirebbero entrambi in Q1. Stesso discorso che vale anche per Andrea Dovizioso, 15esimo ed autore anche di una brutta caduta alla San Donato con la sua Ducati: il romagnolo ha perso l'anteriore della Desmosedici in entrata ed è rotolato piuttosto rovinosamente nella via di fuga, fortunatamente senza particolari conclusioni. A terra ci è finito anche Danilo Petrucci, danneggiando parecchio la sua Suter-BMW, ma cavandosela senza un graffio.

MotoGp - Mugello - Libere 1

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie