Iannone è rimasto senza grip al posteriore in gara

Iannone è rimasto senza grip al posteriore in gara

I tecnici della Ducati e quelli della Bridgestone esamineranno la situazione per trovare una risposta

La giornata di ieri inizia positivamente per il pilota dell’Energy T.I. Pramac Racing Team che in mattinata, durante il warm-up, ha mantenuto un buon passo, riducendo di quasi 5 decimi il suo miglior tempo ottenuto durante le FP3 di sabato. Il lavoro sul setting prosegue, alcuni cambiamenti, rispetto a quanto fatto nelle sessioni dei giorni precedenti, permettono al pilota italiano di avere più controllo e rimanere nel gruppetto di testa. Tutto cambia invece, dopo lo schieramento in griglia di partenza di questo quinto round del Campionato del Mondo MotoGp 2013. Andrea si mantiene con molta fatica, per la prima parte della gara, all’interno della Top Ten, lottando con un anomalo problema al posteriore che non gli permette di mantenere un buon passo e lo costringe, al 13esimo giro, a fare un dritto alla curva San Donato. Il pilota italiano rientra in pista in 19esima posizione ed inizia da qui la sua rimonta. Nonostante il poco feeling con la moto, recupera sei posizioni piazzandosi 13esimo in classifica. Andrea Iannone: "Ho avuto molti problemi fin dall’inizio con il grip dietro, tanto da pensare di fermarmi dopo i primi quattro giri perché era davvero una situazione strana. Non mi è mai successo di sentire la moto scivolare così senza un vero motivo. Non ho avuto questo problema durante tutto il weekend e nemmeno questa mattina nel warm up. La moto ha iniziato a scivolare da subito e dopo essere rientrato ai box, al termine della gara, abbiamo controllato immediatamente le telemetrie e si vede chiaramente che, rispetto a questa mattina, non aveva grip. Soffrivo in tutte le frenate in tutte le curve in uscita, anche dando meno gas. Non sappiamo davvero quale sia al momento il problema, ma abbiamo mantenuto lo stesso setting di questa mattina, ed avevo un buon passo, l’unica cosa che abbiamo cambiato, prima di andare in griglia, sono le gomme. Quindi al momento analizzando il comportamento, è l’unica cosa che possiamo pensare. Ora Ducati assieme a Bridgestone cercherà di capire cosa sia successo. Certo posso dire che è una grande delusione, dopo il warm up ero contento, avevamo un buon passo per fare una bella gara e stare abbastanza vicino a Hayden e Dovizioso, ma è andata così. Ora pensiamo a Barcellona, altra pista che mi piace molto, e ci concentriamo per i test di questo fine settimana".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie