Per Stoner è ancora presto per fare calcoli

Per Stoner è ancora presto per fare calcoli

L'australiano arriva a Motegi determinato a pensare solo a vincere

Il leader del campionato Casey Stoner si presenta in Giappone con un vantaggio di 44 punti sul diretto rivale Jorge Lorenzo. Il compagno di squadra Andrea Dovizioso occupa la terza posizione della classifica generale, con Dani Pedrosa staccato di 15 punti in quarta. Il pilota australiano, che sta vivendo una stagione ricca di successi con 8 vittorie e 13 podi in 14 gare, torna su un circuito che l'anno scorso lo ha visto conquistare la vittoria. Dani Pedrosa, nonostante i problemi fisici, può vantare due vittorie ed un totale di otto podi in undici gare. Lo spagnolo ha messo piede sul podio di Motegi in cinque occasioni nella sua carriera. Per Andrea Dovizioso Motegi è sinonimo di bei ricordi, vista la prima pole della sua avventura nella classe regina ottenuta lo scorso anno e il secondo posto finale. Per l’appuntamento giapponese, HRC presenterà una rinnovata line up: in aggiunta ai piloti presenti in ogni round del Campionato (Dani Pedrosa, Andrea Dovizioso e Casey Stoner per Repsol Honda; Marco Simoncelli e Hiroshi Aoyama per San Carlo Honda Gresini; Toni Elías per LCR Honda), scenderanno in pista anche i test riders Shinishi Ito e Kousuke Akiyoshi. Casey Stoner:Motegi è un circuito particolare, differente dagli altri. Ricorda in un certo senso Le Mans per i suoi stop and go, ma tutto sommato è molto più divertente di altri circuiti presenti sul calendario. Ci sono parecchie frenate violente, molte accelerazioni ed è particolarmente esigente a livello fisico. Se perdi i punti di frenata esatti, ci vuole solo un attimo per andare lungo: sarà quindi importante trovare un buon set-up da subito. Come già successo per Aragon, puntiamo alla vittoria e non solo a guadagnare punti importanti per il Campionato. Lo scorso anno abbiamo disputato una gran bella gara su questa pista, probabilmente una delle migliori della mia carriera. Sarà divertente salire in sella alla RC212V per vedere come si comporterà su questo circuito”. Andrea Dovizioso:Andiamo a Motegi con l’obiettivo di salire di nuovo sul podio. Ci presentiamo al GP di Giappone nelle stesse condizioni dello scorso anno, ovvero dopo una caduta e zero punti raccolti, ma sono determinato a trasformare questo risultato pessimo in motivazione extra. La scorsa stagione siamo andati vicinissimi alla vittoria, e speriamo quindi di ripetere l’ottima performance. Motegi è un circuito che mi piace molto e dove sono riuscito a salire sul podio in ogni categoria. A tutto questo c’è da aggiungere il fatto che siamo a casa della Honda, quindi sarà importante fare bene. Per quel che riguarda il Campionato ora siamo terzi, e l’obiettivo è mantenere la posizione guadagnando punti su Lorenzo e tenendo staccato Dani”. Dani Pedrosa:Motegi è uno dei miei circuiti preferiti, non solo per il layout ma anche per l’atmosfera che lo circonda. Ho sempre girato con buoni risultati, con tutto il calore del pubblico giapponese a sostenermi. Lo scorso anno proprio qui mi sono fratturato la clavicola, ma ora non ci voglio pensare, desidero solo concentrarmi e divertirmi. Proverò a seguire l’approccio adottato nelle ultime gare, ovvero dare il massimo in tutte le sessioni. Siamo in un buon momento, e i 3 secondi posti consecutivi ne sono una chiara testimonianza. A Motegi ho vinto sia 125 che in 250 ma non in MotoGP, e sarà proprio questa la motivazione principale che mi spingerà a dare tutto me stesso”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie