Stoner: "Per domani non so cosa aspettarmi"

L'australiano non è ancora al meglio dal punto di vista fisico ed ha pure sbagliato l'assetto

Stoner:
In molti probabilmente si sarebbero aspettati qualcosa in più di un settimo tempo da Casey Stoner al suo ritorno in sella alla Honda RC213V dopo tre gare di assenza forzata. La verità però è che l'australiano non è ancora al top della condizione fisica e quindi questo può essere considerato anche come un buon risultato. Del resto, sono passati poco più di 40 giorni dall'intervento alla caviglia destra resosi necessario dopo l'infortunio di Indianapolis, quindi anche le sue aspettative per la gara di domani, a Motegi, non sembrano troppo elevate. "Sinceramente pensavo che la prima fila potesse essere alla mia portata. Con la prima gomma morbida ho fatto un buon tempo, ma avevo ancora qualcosa di più da dare. Ero convinto che con la seconda gomma sarei riuscito a migliorarmi, ma in realtà siamo andati nella direzione sbagliata nella messa a punto della moto, non avevo più trazione al posteriore, pertanto ho deciso di andare sul sicuro e di non rischiare" ha spiegato il due volte iridato. Sulle sue condizioni fisiche ha poi aggiunto: "Fisicamente non sono al massimo, ma tutto sommato non poi così male. Chiaramente non riesco a guidare al meglio, fatico a tirar su la moto in uscita dalle curve e anche la squadra ha visto dai dati che gli angoli di piega non sono i soliti. Per domani non so cosa aspettarmi, resta un’incognita: cercherò di riposarmi bene questa notte e fare del mio meglio in gara".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie