Furusawa ammette di aver avuto contatti con Ducati

Furusawa ammette di aver avuto contatti con Ducati

Preziosi gli aveva chiesto aiuto, ma il giapponese ha rifiutato per "devozione" verso la Yamaha

La notizia aveva preso piede nel sabato di Laguna Seca, ma era stata subito etichettata come una bufala. Alla fine però c'era della sostanza nelle voci che avevano parlato di un contatto tra la Ducati e Masao Furusawa, ex responsabile tecnico del reparto corse Yamaha, con tanto di visita alla factory della Rossa. Ad ammetterlo è stato proprio il giapponese, che con l'addio di Valentino Rossi alla Casa di Iwata aveva deciso di andare in pensione. Per ora si sa ancora poco del contenuto dell'intervista che ha concesso a Akira Nishimura, noto giornalista giapponese, che però si è premurato di fare un po' di "spoiler" tramite il suo account di Twitter per iniziare a dare risalto alla notizia. E la frase riportata sul noto social network è di quelle importanti: "Preziosi mi ha detto: voglio solo rendere la nostra moto migliore, non mi interessa se dovessi perdere il posto" è stata infatti l'ammissione di Furusawa. Che però ha anche aggiunto di aver declinato la proposta arrivata da Borgo Panigale per due motivi: in primis per una sua scelta etica, in quanto non se la sentiva di voltare le spalle alla Yamaha dopo tanti anni di gioie e dolori insieme. Ma anche perchè: "Ora preferisco una vita più tranquilla, è per questo che mi sono traferito da Iwata a Kyoto" dice un'altra delle frasi riportate su Twitter. In questo caso, dunque, è giusto anche spezzare una lancia in favore della Ducati, spesso accusata di immobilismo da tifosi del "Dottore". Non si può di certo non ammettere che questa sia stata una mossa importante, per quanto non riuscita, nell'ottica di provare a convincere il pesarese a rimanere invece di cedere una seconda volta alle lusinghe dei giapponesi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie