Bradl: "Dobbiamo investigare sulla mia caduta"

Il tedesco non è riuscito a chiarire la dinamica del suo ritiro nel Gp del Qatar

Bradl:
il Gp di apertura della stagione 2013 sulla pista del deserto non è andato come previsto per il pilota LCR Stefan Bradl che non ha portato a termine i 22 giri della gara notturna. Il tedesco (ex Campione del Mondo Moto2) è arrivato a Losail con un anno di esperienza alle spalle assicurandosi subito un quinto posto nelle qualifiche di ieri. Purtroppo Bradl non è riuscito a lottare fino alla bandiera a scacchi ed è scivolato all’ottavo giro mentre era sesto dietro Rossi. "Fin dai primi giri ho sentito che l’anteriore non era sufficientemente stabile e mi sembrava di essere tornato a venerdì: forse era anche peggio. Nel warm up tutto era andato per il meglio ed ero costante ma poi in gara le cose sono cambiate" ha detto il tedesco. "Non riuscivo a spingere sull’anteriore e non potevo fare nulla per migliorare il mio passo. Rossi poi mi ha passato ed io non riuscivo a stargli attaccato proprio perché non ero a mio agio. Ad un tratto sono scivolato ma non so il perché: dovremo investigare con i dati alla mano per arrivare ad Austin più competitivi" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Stefan Bradl
Articolo di tipo Ultime notizie