Losail, Libere 2: zampata di Marquez nel finale

Losail, Libere 2: zampata di Marquez nel finale

Montando una gomma nuova lo spagnolo della Honda è saltato davanti a Lorenzo e Rossi

Sembrava tutto apparecchiato per un altro dominio Yamaha anche nella seconda sessione di prove libere del round di apertura del Mondiale MotoGp, a Losail, ma nel finale ci ha pensato il rookie Marc Marquez a cambiare le carte in tavola con una bella zampata. Il pilota spagnolo ha montato un nuovo set di gomme sulla sua Honda RC213V e, sfruttando anche la scia di Valentino Rossi, ha realizzato un crono di 1'56"477, risultando l'unico capace di scendere sotto alla prestazione messa a referto ieri da Jorge Lorenzo. Resta il fatto però che sul passo al momento le Honda sembrano avere qualcosa in meno rispetto alle M1, con evidenti problemi in staccata, come certificato anche dal settimo tempo di Dani Pedrosa, che paga 1"4 sul compagno di squadra. Alle spalle di Marquez ha chiuso Jorge Lorenzo e la cosa interessante è che il maiorchino, pur pagando poco meno di tre decimi, ha ottenuto il suo miglior tempo quando stava provando il nuovo telaio della Yamaha, riuscendo a mettere 60 millesimi tra sé e Valentino, che invece ha deciso di continuare a lavorare con quello vecchio. Si conferma nelle primissime posizioni anche Cal Crutchlow, ma rispetto a ieri il portacolori della Yamaha Tech 3 ha visto salire a quasi sette decimi il suo ritardo dalla vetta, precedendo di poco uno Stefan Bradl che invece ha dato importanti segnali di crescita con la sua Honda del Team LCR. Sesto tempo poi per Andrea Dovizioso: oggi il ducatista non è riuscito a migliorare il suo tempo di ieri (ad onor del vero ci sono riusciti solo Marquez e Bradl tra i primi, perchè prima dell'inizio della sessione è caduta anche qualche goccia di pioggia) ed ha visto anche aumentare il suo distacco fino ad 1"3. Un pelino meglio rispetto alle Libere 1 Nicky Hayden e Ben Spies, che si sono portati alle spalle di Pedrosa, quindi in ottava e nona posizione. Solo 12esimo purtroppo Andrea Iannone. Dietro di lui, perde un po' di colpi Aleix Espargaro, solo 13esimo dopo che ieri era riuscito addirittura ad entrare nella top ten con la sua ART-Aprilia. Lo spagnolo rimane comunque il punto di riferimento tra le CRT, anche se Yonny Hernandez si è portato a solo due decimi da lui con l'identica moto preparata dalla Paul Bird Motorsport.

MotoGp - Losail - Libere 2

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie