Iannone punta ad un posto nella top ten in gara

Iannone punta ad un posto nella top ten in gara

Anche Ben Spies vuole riscattarsi dopo la delusione del mancato accesso in Q2

Si sono accese per il terzo giorno consecutivo le luci sul circuito del Qatar, ed il forte vento che ha soffiato ieri mattina sulla città di Doha, ha continuato a trasportare grandi quantità di sabbia in pista. L’indurimento del muscolo dell’avambraccio destro ha continuato ad infastidire Andrea Iannone impedendogli di guidare con la forza necessaria per condurre la moto in maniera più aggressiva, ciò nonostante il secondo posto ottenuto nella Q1 gli ha permesso di prendere parte alla Q2 dove, con un ottimo tempo di 1'56"523, conquista la decima posizione in griglia di partenza . "Avendo fatto la Q1 sono arrivato ad affrontare la Q2 con solo una gomma morbida a disposizione, probabilmente con una gomma in più avrei potuto ottenere qualcosa di meglio. Nelle curve strette faccio abbastanza fatica a girare e voglio capire dove e come migliorare alcuni aspetti della mia guida assieme al team. Ho comunque migliorato il tempo ad ogni turno e penso che sia assolutamente positivo. Per la gara il mio obiettivo al momento è essere tra i primi dieci" ha detto il pilota di Vasto. Non essendo entrato nei primi dieci nella classifica combinata dei tre turni di prove libere, anche Ben Spies dovuto affrontare la Q1 nel rispetto del nuovo regolamento. A pochi minuti dall’inizio dell’ultima sessione delle FP4 la Ducati di Ben è scivolata perdendo l’avantreno a causa delle condizioni della pista. La caduta non ha fortunatamente interessato la spalla destra ma il colpo subito ha comunque compromesso il risultato delle Q1. "Stavo andando bene all’inizio della quarta sessione, abbiamo lavorato sul setup per la gara ed abbiamo usato le gomme di ieri. Stavamo aumentando la velocità e prendendo confidenza quando sono entrato troppo forte nella curva 2 frenando tantissimo e sono caduto. Ho affrontato la Q1 con la seconda moto che però aveva un setting differente e non sono riuscito ad ottenere la stessa velocità di prima. In ogni caso sono contento di essere tornato in sella anche perché stavamo aumentando il passo. Mi dispiace per il team, ma domani ci riproviamo" ha aggiunto "Texas Terror".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Ben Spies , Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie