Lorenzo vuole sfatare la maledizione del Sachsenring

Lorenzo vuole sfatare la maledizione del Sachsenring

Dal 2002 ad oggi, infatti, il campione del mondo non si è mai imposto nel Gp di Germania

Tutti parlano del grande dominio tecnico della Honda, ma nelle ultime due gara è stata la Yamaha a trionfare, ad Assen con Ben Spies ed al Mugello con Jorge Lorenzo. Con la vittoria sul saliscendi toscano, il campione del mondo in carica ha ridotto ad appena 19 lunghezze il suo ritardo in campionato nei confronti di Casey Stoner, ma al Sachsenring sembra intenzionato a provare ad avvicinarsi ulteriormente. Anche perchè c'è una sorta di maledizione da sfatare per lui, visto che il tracciato tedesco è rimasto uno dei pochi dove non è ancora riuscito a salire sul gradino più alto del podio. Lo scorso anno, infatti, si dovette arrendere di fronte ad un Dani Pedrosa veramente in grande spolvero. "Dopo la bella vittoria al Mugello mi sono sentito veramente bene. Un successo sorprendente, ma di cui avevamo bisogno per ritrovare fiducia" ha detto lo spagnolo. "Ci darà un ulteriore spinta per le prossime gare ed in particolare per le due consecutive che ci aspettano nei prossimi giorni". "Ora è tempo di andare in Germania, al Sachsenring. Si tratta dell'unica pista dove ancora non sono riuscito a vincere, nonostante ci abbia corso tutti gli anni dal 2002 ad oggi. La mia sfida quindi sarà quella di provare a farlo quest'anno" ha aggiunto. Per quanto riguarda la rincorsa a Stoner, Jorge rimane sempre molto pragmatico: "Io e la squadra siamo pronti a provare a ridurre il nostro distacco nei confronti di Casey. L'obiettivo principale rimane i podio, ma proveremo a spingere per la vittoria".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie