Jarvis: "Ci riproveremo l'anno prossimo"

Al responsabile del reparto corse Yamaha pesa un po' non aver vinto il Mondiale con ben 9 vittorie all'attivo

Jarvis:
Nonostante la Honda abbia mostrato un'evidente superiorità tecnica nell'arco della stagione 2014 della MotoGp, la Yamaha e Jorge Lorenzo si sono visti sfuggire il titolo iridato per appena 4 punti. Forte della convinzione che ad Iwata tutti si rimboccheranno le maniche per rendere ancora più competitiva la M1, il responsabile motorsport Lin Jarvis guarda con ottimistmo al prossimo anno e ne ha parlato in un'intervista concessa a MotoGp.com che vi riproponiamo integralmente: Qual è il verdetto finale di Lin Jarvis sul 2013? "Abbiamo raggiunto buoni risultati alla fine della stagione. Non abbiamo vinto il campionato ma abbiamo perso solo di quattro punti. Onestamente è stato un grande 2013 e siamo abbastanza soddisfatti del risultato. Naturalmente preferivamo essere i primi, ma il secondo posto è di tutto rispetto. Nel corso dell'anno abbiamo vinto nove gran premi: otto con Jorge e uno con Valentino ad Assen, tornato al successo. Siamo particolarmente soddisfatti del finale di stagione, abbiamo vinto cinque delle ultime sette gare. La vediamo come una stagione di successi. Non è stato facile, abbiamo iniziato con un uno-due nella prima gara, ma con una battuta d’arresto dopo l’incidente di Jorge ad Assen e poi di nuovo al Sachsenring. Da qui Lorenzo ha combattuto tantissimo dando il massimo per tornare a fare la classifica. In termini di moto abbiamo vinto lo stesso numero di gran premi della Honda, direi che è stata una partita apertissima. Marquez ha fatto una stagione da rookie davvero sensazionale. Quest'anno non siamo stati in grado di conquistare il titolo, ma ci riproveremo l'anno prossimo". Ai test di Valencia abbiamo visto alcuni grandi cambiamenti per Valentino Rossi... "Ovviamente, uno dei cambiamenti più importanti per Valentino è stato un nuovo crew chief. Purtroppo abbiamo detto addio a Jeremy Burgess dopo l’ultima gara, sostituendolo il lunedì stesso con Silvano Galbusera. Sarà una motivazione in più per Valentino nella prossima stagione". Che cosa hanno detto nello specifico i test? "Non posso entrare nello specifico, ma abbiamo provato molte cose: telaio, elettronica, motore. Abbiamo lavorato con la moto del 2014. Dopo queste prove analizzeremo tutti dati per tornare a testare la moto a Sepang agli inizi di febbraio 2014". E' ancora molto presto per il 2014. A questo punto ci sono già obiettivi fissati per Jorge Lorenzo e Valentino Rossi? "Sta per ripartire una nuova battaglia. A mio parere, sarà ancora una sfida Honda-Yamaha e Marquez-Lorenzo. Sia noi che loro abbiamo piloti e squadre pienamente motivate. Abbiamo migliorato ogni aspetto della moto, sappiamo che i nostri concorrenti stanno facendo lo stesso. Appena finito il campionato ci siamo concessi un breve riposo, onestamente ne avevamo bisogno perché il finale è stato piuttosto impegnativo. Penso che il divieto di sperimentazione in vigore dall'1 dicembre al 31 gennaio sia una buona cosa, costringe tutti a prendere un periodo di vacanza per poi programmare le strategie. Cercheremo ottimizzare il tempo per migliorare ancora ed evitare gli errori. Noi ci saremo, sono fiducioso che saremo lì davanti nel 2014".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi , Jorge Lorenzo
Articolo di tipo Ultime notizie