Iannone: "Con Ducati sta nascendo un amore"

Sul test del Mugello ha rivelato: "Sono andato forte guardando la telemetria di Valentino"

Iannone:
Nel pomeriggio di ieri la Ducati ha annunciato di aver messo sotto contratto Ben Spies ed Andrea Iannone. L'esperto americano ed il rookie italiano andranno a formare la coppia di piloti del Team Pramac, ma non dovranno essere considerati piloti satellite, visto che disporranno di materiale ufficiale a tutti gli effetti. Una buona occasione per il pilota di Vasto proveniente dalla Moto2, che oggi ha rilasciato le sue prime dichiarazioni ufficiali da piloti di MotoGp, con una breve intervista alla Gazzetta dello Sport, visto che il comunicato arrivato ieri da Borgo Panigale era piuttosto scarno. "Il momento è bello, sta nascendo un nuovo amore. Sono felice. L’anno prossimo passerò in MotoGp con una moto italiana, due cose speciali. Ma il passaggio in qualche modo doveva esserci, quindi sono più contento per la seconda cosa. In fondo solo Marquez sta meglio di me (ha firmato per la Honda HRC, ndr)" sono state le prime parole di Andrea. "Arrivo sulla Ducati a 23 anni, sono il più giovane dei loro piloti. Siamo davanti ad un momento di grande cambiamento e spero di guadagnarmi la fiducia di Preziosi, Domenicali, Del Torchio. Intanto li ringrazio della fiducia che hanno avuto in me" ha aggiunto. Un piccolo assaggio di MotoGp c'è già stato per Iannone, che ha effettuato due test al Mugello. E questa esperienza sembra averlo davvero stregato... "Sono stati 3 giorni utilissimi. Holavorato con il mio capomeccanico cercando anche di fare un po’ di sviluppo. Soprattutto mi hanno fatto capire come funziona l’elettronica e quante possibilità ha. Mi ha impressionato avere tanta gente intorno che stava lì ad ascoltare le mie sensazioni. Poi, ho avuto modo di lavorare con Preziosi che guardavo in televisione, come un mito. Invece stava lì a sentire me. In più ho fatto anche qualche buona prestazione". Infine ha rivelato anche un "segreto" sulla sua prestazione al Mugello in sella alla Desmosedici, dove è subito riuscito ad essere più veloce di Valentino Rossi: "Per farlo, durante il test, ho guardato tantissimo la sua telemetria".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Iannone
Articolo di tipo Ultime notizie