Dovizioso: "Il quarto posto era il massimo"

Andrea è in cerca di risposte per il suo futuro, anche se ormai non spera troppo nella Yamaha

Dovizioso:
Dopo tre gare consecutive sul podio, oggi Andrea Dovizioso si è dovuto accontentare della "medaglia di legno" a Laguna Seca. L'italiano però ha ammesso con grande onestà che oggi il podio non era assolutamente alla sua portata e che quindi il quarto posto era il massimo risultato a cui ambire. Dunque, anche negli States il portacolori del team Tech 3 può dire di aver raggiunto il suo obiettivo. "Oggi obiettivamente non si poteva pensare al podio, perchè il distacco che avevo beccato nelle prove era troppo alto. Il massimo a cui si poteva aspirare era il quarto posto, quindi anche oggi abbiamo centrato il nostro obiettivo. A metà gara Spies stava andando davvero forte, poi Ben è caduto. Quello che non mi riesco a spiegare però è come mai noi iniziamo a girare sui tempi dei primi solo nella parte centrale della gara e non riusciamo a sfruttare le gomme nei primi giri, quando sono più nuove. Sarebbe importante capirlo per lavorarci e migliorare la situazione" ha detto parlando della gara. Anche per lui poi è stata inevitabile una battuta sul mercato, visto che dopo Valentino Rossi è uno dei pezzi più ambiti in questo momento. Con il "Dottore" che sembra prossimo ad approdare in Yamaha, per lui le alternative possono essere la Ducati o la Honda Gresini: "Sono assolutamente due soluzioni che valutavo anche prima e che continuo a valutare anche adesso. L'anno scorso ho deciso di venire al team Tech 3 per cercare di conquistarmi una moto ufficiale qui in Yamaha. Sembra che non sarà possibile, perchè Valentino sembra molto vicino, anche se non c'è ancora niente di definitivo. Adesso valuteremo tutte le possibilità".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso
Articolo di tipo Ultime notizie