La Yamaha nega un futuro da ufficiale a Crutchlow

La Yamaha nega un futuro da ufficiale a Crutchlow

"Se Vale e Jorge vogliono restare, non c'è posto neanche nel 2015" ha detto Cal, ammettendo i contatti con Ducati

Cal Crutchlow sembra davvero vicino a lasciare la Yamaha a fine stagione. La sensazione è piuttosto netta se si va a leggere l'intervista che il pilota britannico ha rilasciato a MotorCycleNews. Al momento il portacolori del Team Tech 3 è al quarto posto nella classifica iridata, con ben tre piazzamenti a podio e 2 punti in più rispetto a Valentino Rossi. Risultati davvero importante per un pilota satellite, che lo hanno messo al centro del mercato, ma non delle attenzioni della Casa di Iwata. L'ex campione del mondo della Supersport non ha avuto problemi ad ammettere di essere proposto alla Yamaha per un contratto biennale che prevedesse ancora un anno con la struttura di Herve Poncharal e poi il passaggio nel factory team nel 2015. Lin Jarvis però è stato molto categorico nello spiegargli che per lui questa possibilità appare remota anche tra due anni: è vero che a fine 2014 scadranno sia il contratto di Valentino Rossi che quello di Jorge Lorenzo, ma se entrambi vorranno restare, per Crutchlow non ci sarà posto. "Purtroppo quello che mi può offrire la Yamaha non è quello che sto cercando in questo momento. Credo di meritarmi di più e infatti gli avevo spiegato che la mia idea era di firmare un contratto biennale. Mi piacerebbe restare nel Team Tech 3 nel 2014 e poi passare in quello factory nel 2015, ma non sono in grado di garantirmelo" ha esordito Cal. "Lin Jarvis mi ha detto che se Lorenzo e Valentino vogliono rimanere, non ci sarà spazio per me in Yamaha nel 2015. Quindi mi offrirebbe un contratto di un anno con Tech 3, sapendo già che se i due piloti attuali volessero rimanere non ci sarebbe posto per me nella squadra ufficiale. In sostanza mi offrono un contratto da pilota satellite e onestamente credo che mi meriterei di più. Mi hanno detto che vorrebbero tenermi, magari dandomi qualcosa in più rispetto a quest'anno, ma la situazione sarebbe più o meno la stessa. Inoltre, tra un anno mi ritroverei di nuovo nella stessa condizione se i primi quattro rinnoveranno i loro contratti" ha aggiunto. "Poncharal è d'accordo al 100% con me per questa situazione. Lui mi vorrebbe tenere e a me piacerebbe rimanere, ma capisce che io possa avere la voglia di andare via, anche se non pensa che questa possa essere una decisione corretta da parte della Yamaha" ha concluso. Nei giorni scorsi Crutchlow aveva smentito di aver firmato un accordo con la Ducati per il futuro, ma oggi ha ammesso che effettivamente c'è stato un contatto esplorativo e che Borgo Panigale potrebbe anche essere un'opzione per il suo futuro, anche se al momento non c'è ancora nulla di concreto. "Ho parlato con la Ducati, ma è stata una chiacchierata piuttosto generale. Non hanno ancora deciso cosa fare per ora e l'unico certo di rimanere è Dovizioso, quindi forse potrebbe non esserci posto per me neppure lì l'anno prossimo, perchè non mi hanno neanche confermato che qualcuno andrà via" ha detto Crutchlow. "In ogni caso io sono interessato ad entrare in una squadra factory, che mi segua al 100%. Al momento la situazione è dura per Andrea ed Hayden, ma questo non vuol dire che non possa migliorare e che le cose non possano cambiare in futuro. E' chiaro che quando la Yamaha mi ha detto che per me non c'è posto neanche nel 2015, ho iniziato a guardarmi in giro e a parlare con le altre squadre".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Cal Crutchlow
Articolo di tipo Ultime notizie