La Suzuki riparte con Davide Brivio e Randy De Puniet

La Suzuki riparte con Davide Brivio e Randy De Puniet

Anche se manca l'ufficialità ormai è fatta: l'italiano sarà al muretto e il francese sarà il tester

Anche se ancora non è stato ufficializzato il ritorno, la Suzuki è sempre più vicina alla MotoGp per il 2014. I primi indizi erano arrivati la settimana scorsa, quando a Motegi è scesa in pista una versione completamente rivista della 1000 della Casa di Hamamatsu. Poi, durante il weekend di Jerez de la Frontera, hanno iniziato ad andare al loro posto degli altri tasselli importanti. Anche in questo caso non c'è ancora nulla di annunciato, ma ormai è praticamente certo che sul ponte di comando del team ci sarà Davide Brivio, che ha già abbandonato il suo ruolo all'interno della VR46 (la società che cura gli interessi di Valentino Rossi) e che pare abbia acquistato un paio di capannoni nei pressi di Monza, dove dovrebbe nascere la sede della squadra. L'altra novità, ma anche questa è una conferma, è che la Suzuki ha chiesto ufficialmente al Team Aspar la disponibilità a "prestargli" Randy De Puniet per i collaudi che saranno effettuati in Europa (ai quali sarà presente pure il collaudatore Nobuatsu Aoki). Anche in questo caso però si tratta di voci che duravano ormai da mesi. L'esordio in mezzo al resto del gruppo è già stato fissato da tempo per i test IRTA di Barcellona, nel lunedì successivo al Gp, ma la novità è che la Suzuki si aggregherà a Honda e Yamaha per altri due giorni di collaudi a Motorland Aragon nelle giornate di martedì e mercoledì. Insomma, ormai sembra davvero improbabile che non se ne faccia più nulla...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Randy de Puniet
Articolo di tipo Ultime notizie