La Dorna prepara una nuova ispezione a Motegi

La Dorna prepara una nuova ispezione a Motegi

Una squadra di tecnici specializzati dovrà redarre una relazione sui reali rischi

Prima di prendere una decisione finale circa lo svolgimento del Gp del Giappone, la Dorna ha scelto di affidarsi ad un gruppo di tecnici specializzati nel rilevamento delle radiazioni. L'obiettivo è quello di fargli redarre una relazione sui reali rischi che correrebbero gli addetti ai lavori recandosi a Motegi e basare quindi la scelta su dati solidi e concreti. La corsa era originariamente prevista per marzo, ma poi è stata spostata al 2 ottobre a causa dei danni portati al paese dal terremoto e dallo tsunami. Il problema è che l'autodromo di Motegi dista meno di 200 km dalla centrale nucleare di Fukushima e questo fatto ha messo in apprensione, e non poco, tutto il paddock. In primis i big della MotoGp si sono esposti contro la trasferta giapponese, ma Carmelo Ezpeleta non vuole sottostare ai "capricci" delle sue stelle prima di aver condotto una verifica seria: "Faremo richiesta per avere un rapporto indipendente redatto da esperti e poi aspetteremo i risultati. Se qualcuno ci consiglia di non andare, allora non andremo in Giappone, ma al momento tutte le informazioni che abbiamo ci dicono che la zona è sicura" ha detto a MotorCycleNews. La speranza del grande boss della Dorna sarebbe quella di riuscire a prendere una decisione definitiva entro la gara del Mugello, anche se la deadline è stata fissata più avanti, cioè al 17 luglio, quando il Motomondiale sarà impegnato al Sachsenring.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag spot pubblicitari