La Dorna lancia un ultimatum a Phillip Island

La Dorna lancia un ultimatum a Phillip Island

Nel 2012 vuole la gara in aprile, altrimenti il Gp d'Australia salta

La Dorna Sport, la società che detiene i diritti commerciali della MotoGp, ha lanciato un ultimatum alla dirigenza dell'autodromo di Phillip Island e agli organizzatori del Gp d'Australia. La richiesta è semplice: o la gara si sposta ad aprile nel 2012, oppure rischia la cancellazione. A creare questa situazione sono state le lamentele dei piloti per il clima trovato nelle ultime due edizioni, nelle quali si sono trovati a dover fronteggiare un freddo praticamente invernale, che non permetteva neanche di mandare le gomme in temperatura. La Dorna aveva addirittura richiesto il cambio di date per la prossima stagione, ma si è sentita rispondere che per il 2011 i tempi erano troppo stretti, in quanto gli organizzatori sono gli stessi che si occupano dei preparativi per il Gp di Formula 1 a Melbourne. "Ci è parso chiaro che spostare la gara nella prossima stagione era complicato" ha spiegato Carmelo Ezpeleta a MotorCycleNews. "Abbiamo parlato con loro e per il prossimo anno il calendario rimarrà come era già stato previsto". "Siamo consapevoli che il breve preavviso è un problema, ma nel 2012 la gara deve essere all'inizio della stagione. Bisogna organizzarla all'inizio dell'anno, perchè credo che sia troppo rischioso più avanti nella stagione. Nel 2012 in cambio sarà obbligatorio: la FIM non concederà l'omologazione della pista se la gara non sarà all'inizio dell'anno. Non ci saranno più scuse".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag anniversari