Hopkins è stato vicino a correre a Laguna Seca

Hopkins è stato vicino a correre a Laguna Seca

Il pilota americano era stato contattato per una sostituzione, poi però è saltato tutto

John Hopkins ha rivelato su Twitter un gustoso retroscena del weekend di Laguna Seca della MotoGp. Il pilota americano, fermo ormai dall'ultimo appuntamento del Mondiale Superbike dello scorso anno, dopo essersi preso un anno sabbatico per recuperare dai numerosi infortuni che lo hanno tormentato nelle ultime stagioni, ha detto di essere stato vicino a tornare a correre questo fine settimana. "Nelle ultime 36 ore sembrava che io potessi effettivamente correre a Laguna Seca questo fine settimana, sostituendo un pilota titolare. Anche se non guido una moto da corsa dalla gara di Magny-Cours del 2012, sono sicuro che mi sarei divertito e che avrei dato il massimo. Purtroppo è saltato tutto per un paio di ragioni, ma mi sento onorato ad essere stato ancora preso in considerazione" ha spiegato "Hopper" sul famoso social network. Anche se il pilota statunitense, che in MotoGp ha avuto esperienze con Suzuki e Kawasaki, non si è voluto sbilanciare sul nome della squadra per cui avrebbe dovuto correre, gli indizi lasciano pensare alla Ducati Pramac, che è stata costretta a sopperire alla contemporanea assenza di Ben Spies e di Andrea Iannone, optando alla fine per schierare il solo Alex De Angelis. E' più difficile, infatti, che Honda e Yamaha abbiano pensato a lui, visto che la presenza di Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa era ormai certa da diversi giorni.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti John Hopkins
Articolo di tipo Ultime notizie