Indy, Libere 3: Marquez sfiora la pole del 2012

Indy, Libere 3: Marquez sfiora la pole del 2012

Lo spagnolo della Honda HRC precede Bradl e Crutchlow. Cade Spies, male Rossi

Marc Marquez agli avversari non vuole lasciare nemmeno le briciole: lo spagnolo con la Honda HRC ha ottenuto un tempo strepitoso nel terzo turno di prove libere riservato alla Moto GP nel Gp di Indianapolis: il leader della classifica mondiale ha avvicinato la prestazione della pole dello scorso anno con un incredibile 1'38"844, risultando l'unico ad aver sfondato il muro dell'1'39". Il tracciato disegnato nell'ovale americano sembra adattarsi alla perfezione alle Honda: in seconda posizione c'è Stefan Bradl che è in una forma strepitosa: il tedesco, che ha appena rinnovato il contratto con la Honda e la LCR per il 2014, è stato a lungo il più veloce. Bradl ha ottenuto un eccellente 1'39"125, ma a tra decimi dal debuttante Marc. In realtà Stefan ha infilato una sequenza di giri veloci che lascia intendere quale può essere il suo passo in gara. Va detto che il pilota di Lucio Cecchinello è stato particolarmente seguito dai tecnici della Honda HRC suscitando anche l'interesse del grande capo Shuei Nakamoto. Il terzo tempo è stato ottenuto da Cal Crutchlow staccato di oltre mezzo secondo con la migliore della Yamaha: il pilota del team Tech 3 si è messo davanti ad Alvaro Bautista con la Honda del team Gresini a 0"694. Daniel Pedrosa è solo quinto con la seconda Honda HRC: il pilota di Barcellona è molto staccato da Marquez e accusa ancora qualche problema fisico alla clavicola rotta al Sachsenring. Gioca in difesa anche Jorge Lorenzo con la Yamaha ufficiale: il maiorchino è stato comunque davanti a Valentino Rossi e a Bradley Smith sesto con la seconda M1 del team Tech 3. Andrea Dovizioso si è dedicato a cercare una messa a punto della Ducati Desmosedici che gli permetta di coprire la distanza di gara con le gomme medie. Il romagnolo è il più veloce del team bolognese con alle spalle Nicky Hayden e Andrea Iannone. Il portacolori del team Pramac ha fatto molto bene perché è riuscito a tenere il passo dei due piloti ufficiali pur accusando un forte dolore alla spalla. Brutta giornata per Ben Spies: l'americano è caduto di nuovo ed è dovuto andare al centro medico perché è risultato sofferente alla spalla sinistra che è risultata lussata. La clavicola è uscita dall'articolazione dopo un highside a bassa velocità, ed è anche stato colpito dalla sua moto. Il rientro dell'americano rischia di essersi già concluso in una stagione nera per lui. Da segnalare il tempo di Danilo Petrucci che è risultato il più veloce fra le CRT con la Ioda Suter: l'italiano è arrivato a 1'40"879 davanti a Aleix Espargaro e Yonny Hernandez, la coppia della ART. Fra i due si era infilato Ben Spies prima di finire in infermeria.

MotoGp - Indianapolis - Libere 3

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Cal Crutchlow , Stefan Bradl
Articolo di tipo Ultime notizie