Stoner primo ma non troppo entusiasta

Stoner primo ma non troppo entusiasta

Come al solito Casey guarda più ai difetti che ai pregi della sua RC212V

Si apre con un problema di mancanza di grip la giornata per i tre piloti Repsol Honda ad Indianapolis, aiutati poi dal miglioramento dell'asfalto nel turno pomeridiano conseguenza delle sessioni di libere delle altre classi. Tempi quindi vistosamente ridotti, con l'australiano Casey Stoner capace di levare ben tre secondi al crono delle FP1. Stoner ha chiuso la prima giornata con un 1'40"724, solo sei decimi più lento del record sul circuito fatto registrare da Lorenzo nel 2009 (1'40"152). Il vincitore dell'appuntamento americano del 2010, Dani Pedrosa, si è subito concentrato sulla messa a punto della sua RC212V riuscendo poi ad ottenere il grip necessario a conquistare il terzo tempo più rapido del venerdì. Quinto piazzamento per Andrea Dovizioso, impegnato a risolvere il problema dell'usura degli pneumatici nelle FP2. L'italiano proverà domani a ricercare le giuste modifiche per affrontare al meglio il turno di qualifiche. Casey Stoner:Nel pomeriggio le condizioni della pista sono migliorate, e con loro anche i tempi sul giro. Sinceramente non mi sento ancora a mio agio su questo nuovo asfalto, resta scivoloso e a questo va aggiunto il fatto che non adoro più di tanto questo tracciato. Detto ciò, non abbiamo lavorato molto sulla moto, solo una piccola modifica in mattinata e un’altra nel pomeriggio, ma ci risulta difficile trovare un buon feeling con la moto. Nelle FP2 abbiamo provato con una mescola più dura nell’anteriore che ci ha dato segnali positivi e ci ha permesso di essere un po’ più rapidi. Spero che le condizioni della pista continuino a migliorare domani, così da poter proseguire il lavoro sulla messa a punto in vista del turno di qualifiche“. Dani Pedrosa:Le condizioni dell’asfalto sono leggermente migliorate nel pomeriggio, per lo meno sulla traiettoria, ma appena fuori rimaneva scivoloso e sporco. Tutto sommato, nelle FP2 abbiamo girato con dei buoni tempi. Ora si tratta di trovare il set-up più adatto a gestire al meglio le gomme. L’idea è partire da questo punto per poi progredire poco a poco. Sinceramente sono soddisfatto, perché siamo riusciti ad abbassare il nostro tempo di 4 secondi in una sola sessione. Nonostante ciò, dobbiamo restare concentrati e continuare in questa direzione”. Andrea Dovizioso:La pista è migliorata parecchio dal mattino al pomeriggio e nelle FP2 i tempi sul giro sono scesi di circa tre secondi. Con più gomma sulla pista, il grip è aumentato velocemente, e ora il problema principale rimane l’usura degli pneumatici. Questo è tipico dell’asfalto nuovo, quindi dobbiamo gestire la cosa con estrema cautela, riservando particolare attenzione al pneumatico anteriore. Spero che le condizioni migliorino perché con le condizioni attuali sarebbe impossibile finire la gara. Non sono preoccupato della quinta posizione e anzi, sono fiducioso per la restante parte del weekend”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Andrea Dovizioso , Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie
Tag ginevra