Incendio nel box del Team Tech 3 ad Austin

Incendio nel box del Team Tech 3 ad Austin

Sarebbe stato causato da uno starter ed è stato domato rapidamente: la squadra non rischia il Gp

Il weekend di Austin non è iniziato per niente bene per il team Yamaha Tech 3. Nel box della squadra di Herve Poncharal c'è stato infatti un piccolo incendio che ha richiesto anche l'intervento dei vigili del fuoco della città texana. Ad accendere le fiamme è stato uno degli starter delle M1, probabilmente a causa di un corto circuito avvenuto durante il processo di ricarica, ma fortunatamente il sistema antincendio presente all'interno dei box del tracciato statunitense ha impedito che l'incendio raggiungesse dimensioni preoccupanti, inoltre anche i pompieri sono stati molto pronti con il loro intervento. Il team ha confermato che i computer sono rimasti danneggiati, ma che fortunatamente non si tratta di nulla di troppo importante. Dunque, Cal Crutchlow e Bradley Smith saranno regolarmente al via del secondo appuntamento stagionale della MotoGp. Poncharal poi ha aggiunto che è stata avviata un'indagine per capire meglio l'accaduto ed evitare che si possa ripetere anche in futuro. Quando il sistema antincendio dell'autodromo si è attivato dovrebbe aver colpito poi anche i box della squadra ufficiale Yamaha, del Team LCR e del Team Cardion AB, che comunque dovranno solamente darsi da fare per ripulire moto ed attrezzature.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP delle Americhe
Circuito Circuito delle Americhe
Articolo di tipo Ultime notizie