Stoner: "Finire la carriera così sarebbe un disastro"

Il recupero dall'intervento alla caviglia procede bene: per lui l'importante è esserci in Australia

Stoner:
A distanza di una decina di giorni dall'operazione alla caviglia destra cui si è dovuto sottoporre a causa dell'infortunio rimediato durante le qualifiche del Gp di Indianapolis, Casey Stoner ha ribadito quelle che erano le sue aspettative pre-intervento, ovvero che la speranza è di tornare in sella alla sua Honda RC213V in tempo per la sua gara di casa, a Phillip Island. "Il mio obiettivo è quello di tornare sulla moto. Chiudere la carriera in questo modo sarebbe davvero un disastro per me. Ho ancora una stagione da terminare e tanto lavoro da fare. Proverò a rientrare il prima possibile, per fare il maggior numero di gare da qui alla fine del campionato" ha detto il due volte campione del mondo, che nei prossimi due Gp, a Misano e Motorland Aragon, verrà sostituito da Jonathan Rea. Intanto Andrew Westacot, responsabile del Gp d'Australia, apprezza la grande forza di volontà di Casey: "Siamo felici di sapere che il suo recupero dall'intervento procede bene e che spera di essere pronto per la sua gara di casa. Casey è una persona speciale e i suoi risultati in MotoGp parlano da soli. La sua voglia di tornare così in fretta dopo un infortunio grave dà ancora più valore a lui e all'equipe medica che lo ha seguito".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Casey Stoner
Articolo di tipo Ultime notizie