Guareschi: "Oggi è impossibile stare con i primi tre"

In Ducati si aspettano una gara dura a Jerez, ma poi partirà uno sviluppo massiccio

Guareschi:
Dopo la delusione del Qatar, in casa Ducati ci si approccia alla seconda gara della stagione, a Jerez, con grande realismo. I tecnici di Borgo Panigale hanno già raccolto molti dati sul tracciato andaluso, visto che è stato più volte meta dei test di sviluppo portati avanti da Franco Battataini e Vittoriano Guareschi. La realtà però è che si tratta di una pista su cui le Desmosedici non sono mai riuscite a brillare particolarmente. D'altro canto, invece, Valentino Rossi ha sempre ottenuto grandi risultati in Spagna. "La pista, sulla carta, non pare favorevole. Però l'anno scorso abbiamo fatto un quarto ed un quinto posto e tradizionalmente questa non è la pista di Stoner" ha detto Vittoriano Guareschi alla Gazzetta dello Sport. "Invece Jerez è un tracciato sul quale Valentino ha ottenuto sempre ottimi risultati. E questo ci può aiutare". Ecco quindi che il team manager della Rossa si lascia ad andare ad un pronostico: "Io credo che i primi tre del Qatar, cioè Stoner, Lorenzo e Pedrosa, siano un pò lontani, ma dovremo provare ad inserirci nel gruppetto dietro. Insomma, puntiamo a ripetere il 2010". Guareschi ha spiegato, infatti, che fino a quando Rossi non sarà al 100% della condizione fisica, il lavoro di messa a punto della GP11 sarà in continuo divenire: "In Spagna andremo avanti nello sviluppo degli assetti trovati in Qatar. Ci siamo spinti in un territorio di geometrie estreme che non possiamo analizzare completamente nella frenesia del Gp. In ogni caso nel fine settimana proseguiremo con Valentino in questa direzione, anche se lui, migliorando giorno dopo giorno, con la spalla ha bisogno di molle sempre più dure, di maggiore appoggio: siamo sempre in evoluzione". Dunque, "Vitto" ha aggiunto che sarà fondamentale il periodo di un mese che separerà la gara di Jerez da quella di Estoril, nel quale è stato programmato un intenso programma di test: "Il periodo più importante sarà dopo la gara. Sempre a Jerez proveremo per tre giorni nella settimana dopo il Gp e in quella prima del Portogallo saremo altri tre giorni al Mugello. Ci sarà ovviamente Battaini e anch'io, ma per una sola giornata entrambe le volte, a causa dei miei impegni per l'altro lavoro".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie