Preziosi: "A Laguna Seca uno step significativo"

I prossimi tre test saranno cruciali per addolcire il motore e migliorare la guidabilità della GP12

Preziosi:
La pioggia arrivata oggi ad Estoril ha impedito il regolare svolgimento dei test collettivi della MotoGp. Test che dovevano essere molto importanti per la Ducati, che aveva portato in Portogallo diverse novità per la GP12 da far provare a Valentino Rossi e Nicky Hayden. L'obiettivo ovviamente era quello di migliorare le prestazione della Desmosedici, che al momento appare ancora piuttosto lontana dalle rivali di Honda e Yamaha. Non essendo stato possibile girare, il direttore tecnico Filippo Preziosi ne ha comunque approfittato per incontrare i media e fare il punto della situazione sullo sviluppo della sua creatura. "Avevamo preparato un test in cui Valentino avrebbe provato alcune cose e Nicky altre...Parliamo di motore, di gestione, ma anche di ciclistica. Entrambi avrebbero provato cose diverse e poi, in funzione anche del risultato, se le sarebbero scambiate al Mugello. Così invece dovremo provare tutto al Mugello. Lì proveremo il motore che avremmo dovuto provare qui, più alcune cose su ciclistica e mappature" ha esordito Preziosi, spiegando come cambieranno i programmi per colpa di questo contrattempo. Proprio come Fernando Alonso, che lo ha detto parlando della Ferrari la scorsa settimana al Mugello, anche l'ingegner Preziosi crede che sia giusto avviare un politica dei piccoli passi per tentare di avvicinarsi gradualmente alla concorrenza. "In realtà questo è solo il primo passo di una serie di modifiche che sono pianificate nei prossimi tre test del Mugello (maggio, giugno e luglio) e che saranno dedicati alla guidabilità. Per tanto il nostro obiettivo è arrivare a Laguna Seca con un pacchetto funzionante che speriamo sia uno step significativo. Abbiamo diverse cose su cui stiamo lavorando, alcune di queste siamo sicuri che produrranno un incremento di guidabilità, perché sono in realtà soluzioni standard motoristiche. Si tratta di farle bene, farle funzionare, che non è poco, ma sono soluzioni universali". Le novità più importanti da provare oggi erano quelle legate al motore, che secondo Rossi ora sarebbe talmente potente da essere ingestibile e quindi quasi un handicap: "Qui ad Estoril avevamo un motore con più coppia ai bassi regimi e meno potenza in alto. I motori 1000 attuali hanno già molta coppia a bassi regimi, quindi sarebbe stata una prova molto interessante per verificare se aumentare ancora la coppia a discapito della potenza produce uno step di guidabilità o meno. Il motore che avevamo qui in prova era un motore meccanicamente diverso: si tratta di un approccio che con motori meno potenti avrebbe sicuramente successo, già sul motore dello scorso anno avrebbe portato sicuri benefici". Infine, Preziosi ha analizzato l'inizio di stagione del team, in particolare quello di Valentino Rossi, sottolineando anche come ad Estoril, utilizzando un assetto più simile a quello di Hayden, si sia comunque visto qualche piccolo passo avanti rispetto alle prime due uscite del campionato. "La sfida che abbiamo intrapreso prendendo Valentino è una sfida molto difficile, ma che vogliamo assolutamente vincere. Quindi tutte le difficoltà incontrate devono essere solo uno stimolo a fare meglio. Se ad un certo punto l'altro pilota sta facendo bene con un setup credo sia un segno di apertura mentale provare ad utilizzarlo". "Inoltre questo setup è quello utilizzato nelle prime gare della scorsa stagione. Ci sono dei pro e dei contro: sicuramente la stabilità ha parzialmente pagato anche se la prestazione non è quella che vogliamo noi, ne Valentino. Jeremy Burgess ha totale libertà di manovra riguardo al setup. Come Ducati, il nostro compito è quello di fornire materiale. Possiamo suggerire, ma alla fine chi decide sono Jeremy e Valentino".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Nicky Hayden , Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie