Dani Pedrosa va a caccia del riscatto ad Aragon

Dani Pedrosa va a caccia del riscatto ad Aragon

Lo spagnolo vuole cancellare il ko di Misano. Anche Rea è ottimista avendo già dei riferimenti su questa pista

Il Repsol Honda Team si sposta ad Alcañiz questo fine settimana per il 14esimo Gran Premio della stagione, terzo appuntamento in Spagna, per il Campionato del Mondo MotoGp. Il circuito di Motorland Aragon ospita il circus del Motomondiale per il terzo anno consecutivo ed è una pista che ha visto Casey Stoner e Dani Pedrosa occupare i più alti gradini del podio nel 2010 e nel 2011, con l'australiano che ha centrato due vittorie e lo spagnolo due ottimi secondi posti. Dani Pedrosa, che sabato festeggerà il suo 27esimo compleanno, arriva ottimista e pronto a voltare pagina, dopo l’incidente che lo ha visto coinvolto suo malgrado a Misano, la prima gara della stagione in cui non ha raccolto punti. Attualmente secondo in campionato a 38 punti da Jorge Lorenzo, Dani è in piena forma e i risultati ottenuti in occasione degli ultimi test dei primi di settembre rappresentano una motivazione ulteriore. In quell’occasione aveva impressionato girando oltre un secondo più veloce del record del circuito stabilito da Casey Stoner lo scorso anno (1'49"046), con uno strepitoso 1'47"983, il miglior crono dei due giorni. Quella di Aragon sarà la seconda gara in MotoGp per Jonathan Rea, sostituto proprio di Casey Stoner, che continua la riabilitazione in Australia dopo l'operazione alla caviglia destra. Jonathan, che arriva direttamente da Portimao, dove ha ottenuto un sesto posto in gara 1 ed un ottimo secondo in gara 2 nel Campionato del Mondo Superbike, non vede l’ora di tornare in sella alla RC213V su una pista su cui ha già avuto occasione di girare nel test con il Repsol Honda Team. Dani Pedrosa: "Quallo di Aragon è un bel gran premio e mi piace molto il tracciato. Nel corso degli ultimi test dei primi di settembre abbiamo fatto un ottimo lavoro e non vedo l’ora di tornare in pista davanti ai tifosi spagnoli. Sarebbe bello vedere le tribune affollate come negli scorsi anni. La moto funziona bene e anch’io arrivo con la determinazione di sempre e motivato a continuare a guidare bene e fare un’altra bella gara". Jonathan Rea: "Aragon sarà la quarta di cinque gare consecutive tra SBK e MotoGp: è un periodo molto intenso, ma sono molto motivato. Grazie ai test effettuati qui con la MotoGp, mi sento più preparato rispetto a Misano. Spero di riprendere dove eravamo rimasti con i test, perché avevo iniziato ad aver un bel feeling con la moto e le gomme. Aragon ha un rettilineo molto lungo, ideale per sfruttare la potenza della Honda. Sono contento di lavorare con i ragazzi del Repsol Honda Team e continuare ad acquisire esperienza".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Jonathan Rea
Articolo di tipo Ultime notizie