Pedrosa: "Non sarei felice di correre con una CRT"

Per il momento lo spagnolo le considera moto troppo inferiori alle attuali MotoGp

Pedrosa:
Solamente ieri Valentino Rossi ha fatto capire piuttosto chiaramente di appoggiare l'idea della Dorna, che per il futuro della MotoGp auspica un passaggio dell'intero schieramento di partenza all'utilizzo delle nuove CRT, ma c'è anche chi non sembra dello stesso parere del nove volte campione del mondo. Dani Pedrosa, per esempio, sembra convinto che magari l'avvento di queste nuove moto possa portare anche dei benefici alla classe regina, soprattutto dando la possibilità di rimpolpare gli elenchi iscritti, ma non sembra esattamente entusiasta di fronte all'idea di doverne guidare una anche lui in futuro. "L'intero pacchetto di queste moto è inferiore a quello delle attuali MotoGp. Non si tratta solamente del motore, perchè anche componenti come i freni e le sospensioni non sono dello stesso livello. Penso che le differenze a livello di tempi saranno importanti a livello di tempi, ma abbiamo l'obbligo di provare a credere in questa categoria perchè la Moto2 ha funzionato e anche la Moto3 sembra promettente, quindi potrebbe accadere lo stesso con le CRT" ha detto a Sport.es. Come detto, "Camomillo" sembra disposto a credere in questa categoria, ma sembra molto meno aperto all'idea di guidare una CRT: "In ogni caso, non sarei felice di correre con una di queste in futuro, perchè dopo aver corso con i prototipi più veloci di sempre sarebbe decisamente un passo indietro. Inoltre non so se guidare una CRT potrà essere divertente come guidare una MotoGp".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Articolo di tipo Ultime notizie